L’influenza reca disturbo in qualsiasi condizione fisica, a maggior ragione se ad esserne colpita è una donna in gravidanza.
Un semplice raffreddore, o un lieve aumento della temperatura corporea, in stato interessante, può tramutarsi in un rischio per la mamma e per il bambino.

Le donne in gravidanza, sono la categoria più esposta al rischio di contrarre un virus influenzale, e per questo motivo, è fondamentale che le future mamme prendano le giuste precauzioni durante i periodi interessati da sbalzi di temperature.
Le donne in gravidanza, sono più soggette alla contrazione dei virus influenzali, a causa dell’abbassamento delle difese immunitarie, che rendono difficile al corpo contrastare febbre, raffreddore, mal di testa, e tutti gli altri sintomi annessi a questa condizione.
La febbre durante la gravidanza, può costituire un potenziale rischio per il feto, poiché un aumento di temperatura corporea, potrebbe determinare l’insorgere di contrazioni involontarie, e successivamente condurre la futura mamma ad un parto prematuro

Il corpo di una donna in attesa, è molto più delicato che in qualsiasi altro momento della sua vita, e per questo motivo, non è consigliabile somministrargli farmaci troppo invasivi.
In ogni caso, le cure farmaceutiche restano uno dei modi migliori utili per combattere i sintomi influenzali, per questo motivo è necessario fare ricorso a farmaci consentiti durante la gravidanza, che non creino alcun problema al bambino.
Il principio del paracetamolo, ad esempio, sembra essere il miglior alleato delle donne in gravidanza, contro la febbre e i sintomi influenzali.