Un recentissimo servizio delle Iene ha scatenato un vero e proprio polverone riguardante Giulia Sarti, la deputata del Movimento Cinque Stelle che è stata coinvolta nel caso “Rimborsopoli”. Immediata è stata la reazione di tutto il Parlamento, da cui il Presidente della Camera ha espresso l’unanime supporto alla Sarti.

Le Iene e la vicenda di revenge porn su Giulia Sarti

L’ennesimo caso di revenge porn avviene a poca distanza dall’8 marzo, la Giornata Internazionale delle Donne. Il programma Le Iene, trasmesso su Italia 1, aveva diffuso un’intervista a Bogdan Tibusche, ex fidanzato della deputata, in cui si parlava di non meglio precisati video e immagini che ritraevano la Sarti nell’intimità. Ben sei anni fa, la deputata del M5s aveva subito un hackeraggio della casella email e, in seguito, alcune immagini intime erano state diffuse sul web. Nonostante il caso si fosse chiuso nel 2013, adesso si è tornati a parlare di quella questione.

L’intervento del Garante della Privacy

Antonello Soro ha deciso di alzare la voce e chiamare a raccolta i media, invitando a non diffondere foto di carattere personale relative a Giulia Sarti. Un vero e proprio richiamo ufficiale per i vari mezzi di comunicazione, che dovrebbero rispettare maggiormente la normativa esistente in tema di protezione di dati sensibili, ma anche non violare il codice deontologico dei giornalisti.