Soffri di mal di stomaco e cefalea? Potrebbe essere la celiachia, un disturbo molto frequente nella popolazione: ecco quali sono i sintomi e cosa fare.

 

La celiachia è una malattia che colpisce l’intestino tenue. Si tratta di una grave forma di infiammazione che porta alla progressiva atrofizzazione dei villi intestinali, preposti all’assorbimento dei nutrienti contenuti nel cibo. La causa scatenante è la presenza del glutine, ovvero un complesso proteico contenuto in molti cereali tra cui frumento, farro e orzo. La celiachia è suddivisa in diverse tipologie in base ai sintomi e precisamente:

  • tipica: è la più diffusa e colpisce soprattutto i bambini;
  • atipica: è di difficile diagnosi presentando sintomi che si confondono con altre patologie;
  • silente: i disturbi sono così lievi che il paziente non ha coscienza di essere malato;
  • potenziale: vengono prodotti gli anticorpi prima che si manifestino le iniziali avvisaglie.

I sintomi principali

La celiachia è una malattia di non facile diagnosi, in quanto presenta una sintomatologia molta varia e confusa che può trarre in inganno anche il medico più esperto. Andando ad interferire con l’assorbimento dei nutrienti, questa patologia causa problematiche che colpiscono diversi organi e tessuti. Normalmente i sintomi si manifestano durante il periodo dello svezzamento, mentre in soggetti adulti spesso i disturbi sono tanto lievi che il paziente non sa di essere malato.