Lo sport fa bene a grandi e piccini, ma per i più piccoli, al benessere, si aggiunge un altro elemento importante: il valore educativo. Ecco perché

Nella società odierna si mette sempre più l’accento su quanto sia fondamentale per l’organismo e la mente effettuare sport, sia esso a livello amatoriale o agonistico. Tuttavia, bisogna anche considerare il fatto che lo sport ha un alto valore educativo e pertanto, i bambini, dovrebbero essere incoraggiati fin da piccoli a svolgere attività sportiva.

Non è un caso se lo sport, e l’attività fisica più in generale, è da sempre inserito tra le diverse discipline che si studiano a scuola, a partire dalla scuola primaria a quella secondaria di secondo grado. Tralasciando la questione del benessere e della lotta contro la sedentarietà, concetto che è sempre più nostro in una società dominata sempre più dalla tecnologia, lo sporta aiuta a combattere le paure, a rapportarsi con gli altri, a gioire e a condividere le vittorie oltre che a imparare a saper perdere.

Sicuramente, più si è piccoli, più lo sport viene vissuto come un gioco e meno come una sfida. Tuttavia, anche in questo caso, ha una chiara valenza educativa: lo sport aiuta a socializzare e a creare lo spirito di squadra. Proprio per tale motivo, è particolarmente indicato per i bambini molto timidi che riescono, grazie all’attività fisica, a sbloccarsi e a creare dei rapporti con gli altri bambini presenti.