Filler & co. oggi hanno una marcia in più: rendono belle e sono sempre meno invasivi. Ecco i nuovi trattamenti estetici soft da conoscere (o provare)

Quando l’invecchiamento della pelle inizia a farsi sentire, specie con l’avanzare dell’età, la solita beauty routine non basta più: oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante anche dal punto di vista estetico ed è quindi possibile sottoporsi a trattamenti dermatologici non invasivi per ottenere dei risultati di media durata nella zona del viso.

Vediamo insieme quali sono gli ultimi trattamenti soft di nuova generazione.

Il Filler

Il metodo più diffuso in campo estetico è quello del filler con l’acido ialuronico perché, a seconda del tipo di pelle, si modula ed agisce principalmente per l’ingrandimento degli zigomi ed a seconda delle formulazioni lo possiamo trovare sia solido che liquido. La durata del trattamento è di qualche mese e dona più volume alla pelle.

Il Picotage

Per Picotage si intende delle iniezioni che vengono eseguite in sequenza. Donano un’armonia a tutto il viso già dopo le prime applicazioni. In genere questa tipologia di trattamento viene effettuato per le zone più sottili del viso come gli occhi e la bocca.