D’estate si consuma molto più tonno, complice la voglia di ricette fresche e veloci: oggi su AreaDonna vi sveliamo le sue proprietà

Il tonno è un pesce su cui vi è un enorme interesse alimentare poiché ricco di parti edibili, oltre alla ventresca, la parte più nobile si mangiano anche la bottarga cioè la zona ovarica, il cuore e le fasce ventrali. Le tipologie di tonno più diffuse sono il tonno rosso e quello pinne gialle, crescono l’uno nel Mar Mediterraneo e l’altro nell’oceano.

Le proprietà nutrizionali delle due specie sono pressoché identiche anche se il tonno rosso è leggermente più calorico poiché possiede il 5% di grassi rispetto all’1% contenuto nella varietà a pinne gialle, l’apporto di proteine è alto mentre la quantità di carboidrati è trascurabile. La quantità di Omega 3, elemento benefico soprattutto per la salute cardio-vascolare è maggiore nel tonno rosso, gli acidi grassi contenuti nel tonno aiutano a prevenire l’insorgenza di patologie a carico dell’apparato cerebrale o visivo.

Dunque affinché si assuma la giusta quantità di acidi grassi essenziali è importante consumare a tavola almeno 3 porzioni a settimana di pesce, in particolare il tonno è uno dei prodotti che assicurano il miglior rapporto qualità prezzo ed è anche un ingrediente versatile in cucina.