Ottenere un’abbronzatura perfetta è conciliabile con il mantenimento di una pelle sana: basta prepararsi con il dovuto anticipo

Uno degli step fondamentali è alimentarsi bene: inserendo nella propria dieta vegetali di colore giallo-arancio e rosso viene assicurato il fabbisogno di beta-carotene, precursore del retinolo (vitamina A); tuttavia attenzione: non eccedere con le porzioni, se non vuoi avere palmi delle mani e dei piedi tendenti al giallo.

La vitamina E, invece, rallenta l’invecchiamento cellulare: giornalmente, usa due cucchiai d’olio d’oliva crudo per condire. Quanto all’assunzione d’integratori, solitamente raccomandata ai fototipi più chiari, farsi consigliare dal medico e cominciare il trattamento due-tre mesi prima.

Un altro passo da compiere almeno tre settimane prima è l’uso di un prodotto a base di micro-granuli sotto la doccia. Insisti su talloni, ginocchia, gomiti e risciacqua bene per eliminare ogni residuo: la frequenza sarà ogni dieci giorni per pelli sensibili, una volta a settimana per pelli normali e fino a due per quelle miste o grasse.

Quanto al viso, è opportuna una pulizia profonda un paio di giorni prima: l’azione sinergica di vapori, esfoliazione e maschera renderanno la pelle più ricettiva ai benefici del sole.