Sentendosi al sicuro, i bambini decideranno in autonomia di entrare in acqua e supereranno senza nemmeno accorgersene la loro paura. Può essere utile per i genitori a tale scopo attrezzarsi con ciambelle o braccioli, oggetti che, se indossati volontariamente dai bambini, possono trasmettere loro quel senso di stabilità che in acqua manca.

Anche stare insieme ad altri bambini che non hanno paura dell’acqua, al mare o in piscina, potrebbe contribuire a superare tale fobia, qualora subentri nei più timorosi un senso di emulazione verso i coetanei.

Infatti, vedendo gli altri bimbi entrare in acqua tranquillamente e nuotare senza problemi, potrebbe spingerli a compiere il grande passo e avvicinarsi piano piano all’acqua, del mare o della piscina. Una volta entrati, sarà difficile farli uscire.