Il trekking è un hobby molto praticato, non importa dove: in campagna, al mare, sui monti, in pianura, ma non solo.

Fare trekking non vuol dire camminare e basta. Anche se deriva dal verbo inglese to trek indicando un viaggio lungo compiuto camminando piano, bisogna considerare questa pratica un’attività sportiva a tutti gli effetti: alla portata di tutte, certo, ma a patto di seguire regole precise.

Il percorso va calibrato in base alle forze fisiche, senza considerarlo una competizione, inoltre, lo sforzo deve essere graduale: lo scopo del trekking è star bene, aiutando così a migliorare la salute fisica e mentale.

Insomma, l’obiettivo è ritagliare del tempo per curare il tuo benessere: quest’attività, infatti, ti permette di liberare endorfine e bruciare calorie senza sottoporti a sforzi esagerati.