L’arrivo dell’estate è sinonimo di grigliate all’aperto, ottime per stare insieme: ecco tutto quello che c’è da sapere per renderle perfette

La carne consigliata è quella tenera come la costata, il filetto di manzo, la salsiccia di maiale e anche il pollo che sono i veri protagonisti del barbecue fumante. Se poi si aggiungono le giuste verdure come peperoni, zucchine e perché no anche carciofi, allora il risultato sarà sicuramente eccellente.

Marinare la carne prima di grigliarla

Perché la grigliata sia perfetta è importante provvedere ad una accurata marinatura preparata con rosmarino, sale, pepe e olio extra vergine d’oliva. Coprire la carne con la pellicola e lasciarla marinare in frigo per almeno 8 ore. Dopo la marinatura la carne va posta su una griglia perfettamente pulita e rovente. Lasciare rosolare per almeno 15 minuti ma tutto dipende dal tipo di carne perché ognuno vuole i suoi tempi, e poi girarla sull’altro lato. Mi raccomando la carne va girata una sola volta. Quando anche questo lato è cotto, passare la carne su un piatto e coprire con un foglio d’alluminio.

Procedere con il resto della carne ancora da grigliare fino a cottura ultimata. Durante la cottura fare attenzione a non bucare la carne e a non far fuoriuscire i liquidi fondamentali per mantenerla umida. La carne grigliata va consumata immediatamente e non è consigliata la conservazione. Dopo la carne si possono grigliare le verdure che si preferiscono. I tempi di cottura rispetto alla carne sono ridotti infatti vanno tolte dal fuoco appena cominciano a dorare.