Sono ormai trascorsi tre anni dalla tragedia del 2016, la terra è tornata a tremare ad Amatrice, l’epicentro partito da rieti toccava i 3,5 della scala Richter.

La terra torna a tremare di nuovo nel Centro Italia. Nonostante l’epicentro fosse nel Rietino, la scossa è stata avvertita chiaramante anche ad Amatrice, luogo che fu protagonista della tragedia del 24 agosto del 2016.

Tre anni fa ad Amatrice, il terremoto fece 299 morti

L’istituto nazionale di vulcanologia e geofisica ha rilevato che appunto l’epicentro a Cittareale era di 3,5 con profondità di 12 chilometri. Il sisma è stato anticipato da un forte boato, udito chiaramente anche da tutti gli abitanti vicino all’epicentro

Nell’Agosto 2016 il terremoto che ha quasi spiazzato via totalmente la città di Amatrice ha seminato panico e terrore, ma non solo. Ha fatto quasi trecento morti tra cui anche molti bambini innocenti, tutt’oggi che sono trascorsi anni da quel terribile giorno; Negli occhi e nel cuore dei cittadini di Amatrice è rimasto indelebile il ricordo di quel momento terrificante. Molti hanno persi figli, madri, padri, fratelli, amici, mariti. Un vero e proprio disastro naturale quello che colpì la cittadina.

In molti inizialmente si sono mossi per correre in aiuto delle vittime del terremoto; volontari arrivati da ogni parte dell’Italia per scavare anche a mani nude in mezzo alle macerie in cerca di qualcuno che fosse rimasto ancora in vita.

 

Tra i vari volontari c’erano anche diverse persone del mondo dello sport e dello spettacolo; che non hanno esitato a mettersi in prima linea, donando il loro supporto nell’aiutare Amatrice a risollevarsi.

C’è da dire che anche il Sindaco di Amatrice “Filippo Palombini” si è rivelato essere un grande uomo di forza, che si è battuto e ha trascinato fino a far risollevare la propria cittadina. Un uomo di grande spessore che ha davvero fatto di tutto in suo potere per aiutare tutti coloro che avevano perso non solo i loro familiari ma anche le loro case.