Hai sentito parlare di INCI nei cosmetici, ma non sai cosa vuol dire? Ecco la sua definizione e le sue caratteristiche principali

INCI, una particolare siglatura che sta ad indicare questa frase:”International Nomenclature of Cosmetic Ingredients” ovvero una nomenclatura internazionale degli ingredienti contenuti nei prodotti cosmetici, che vengono inseriti proprio in apposite etichette.

L’INCI è stato introdotto in Europa per la prima volta nel 1997 con lo scopo iniziale di riconoscere le sostanze con la stessa denominazione in tutti gli stati membri e di consentire ai consumatori di identificare quelle sostanze che è stato loro detto di evitare.

Per evitare sorprese l’INCI tutt’ora serve molto agli utenti anche per altri scopi, come ad esempio per poter scegliere dei prodotti con un buon rapporto qualità prezzo, consentendoci di avere un ottimo prodotto, che sia un rossetto, una crema viso o una terra abbronzante evitando così brutte sorprese a prezzo vantaggioso e per evitare certi ingredienti che potrebbero fare male, essendo magari intolleranti.

INCI nei cosmetici: come si legge

Ma come si legge questa siglatura, che a prima vista sembra molto complicata da decriptare.
Cercheremo quindi di fornire al lettore delle possibili chiavi di lettera per comprendere la nomenclatura INCI.

Infatti si inizia con l’inserire nell’etichetta le percentuali più alte di un ingrediente cosmetico per poi passare alle percentuali più basse, quindi in ordine decrescente, al di sotto di percentuali inferiori all’1%, gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso.

LEGGI ANCHE

→Rossetto: come sceglierlo e stenderlo alla perfezione

→Stick Illuminante viso: come sceglierlo e utilizzarlo

→Tutto sul primer: cos’è e come si usa