Attività molto praticata oggigiorno, la Fit Boxe combina i vantaggi di un’attività cardio, alle arti marziali: scopriamo insieme per chi è indicata

Si tratta di un tipo di allenamento che integra il lavoro per il potenziamento muscolare, all’attività cardiovascolare, utile per rafforzare il cuore, i vasi sanguigni, e soprattutto per perdere peso.

La combinazione con le arti marziali, poi, permette di apprendere tecniche di autodifesa con un allenamento abbastanza divertente. In questo modo, nelle ‘sfortunate occasioni’, sarà possibile fronteggiare la paura con la consapevolezza di saper reagire.

A differenza delle classiche arti marziali, questa rappresenta la prima forma di attività associata ad esse, che è nata in occidente e non in oriente.

Tecniche di autodifesa e vantaggi della Fit Boxe

Grazie a questo tipo di allenamento, sarà possibile apprendere come colpire con pugni, calci, gomitate e ginocchiate, ma sarà possibile apprendere anche tecniche di parata difensive. Il tutto con attività coreografiche che permettono di divertirsi e di bruciare calorie, grazie a colpi in sequenza.

Ovviamente il lavoro non sarà prettamente frontale, ma permetterà di allenarsi in diverse situazioni, quali combattimenti laterali o alle spalle.

In questo modo sarà possibile apprendere tecniche di autodifesa non rinunciando al dimagrimento (attività più richiesta solitamente, soprattutto tra le donne). Sarà possibile eliminare il grasso in eccesso, aumentando al contempo la resistenza e la tonificazione muscolare. Con una media di allenamento di un’ora, si possono bruciare mediamente fino a 500 calorie. Naturalmente per dimagrire non si può però prescindere da una dieta corretta.

LEGGI ANCHE

→ Ginnastica dolce: tutti i vantaggi del praticarla e a chi è consigliata

→ Tabata training: perché è così efficace

→ Tutti i benefici del jogging e a cosa fare attenzione