Acquisto: in alcuni casi si potrà acquistare direttamente il contraccettivo in farmacia, in altri sarà necessaria la prescrizione del ginecologo o il suo intervento diretto.

I contraccettivi più adatti alle vostre esigenze

Una considerazione è importante. I metodi contraccettivi hanno tutti elevata funzionalità e quindi non si può considerare uno migliore dell’altro. Inoltre in alcuni casi sarebbe conveniente utilizzarne anche una doppia protezione.

Infine qualunque metodo impiegate, non vi sarà nessuna forma di ripercussione sul piacere e l’atto sessuale.

Pillola: tra i contraccettivi più comodi da utilizzare, dato che prevede una copertura completa contro la gravidanza e inoltre regola anche il presentarsi del ciclo. L’unico difetto è che dovete essere accorte a prenderla quotidianamente e inoltre, agendo sul sistema ormonale, può non essere indicata in particolari situazioni di età e problemi di peso. Da interrompere ovviamente se, per qualsiasi motivo, si scopre di essere incinte.
Preservativo: tra i contraccettivi più usati dalle donne, ma che prevede però l’applicazione sul corpo dell’uomo. Pratico e facile da impiegare, anche se però si deve fare attenzione a non danneggiarlo seguendo delle regole ben precise, è utile sia per la gravidanza che per la prevenzione di trasmissione di malattie sessuali.
Il cerotto transdermico: è un contraccettivo a base ormonale che si applica sulla pelle. Può non essere indicato se avete una vita molto attiva e spesso fate attività fisica dato che si può staccare.
IUS: l’acronimo indica il sistema intrauterino che viene inserito nell’utero dal ginecologo e che permette un rilascio di ormone progestinico per circa 3-5 anni.
Anello Vaginale: come dice il termine è un anello che contiene ormoni e che può essere applicato direttamente dalla donna in vagina.
Spirale in rame: dispositivo di tipo meccanico che deve essere applicato dal ginecologo è ha una durata di 3-5 anni
Contraccezione naturale: tra le forme di contraccezione si devono considerare anche quelle naturali, come il coito interrotto, e il calcolo dei mesi della fertilità.

Alcune curiosità: I numeri della contraccezione

I contraccettivi, in un mondo dove l’informazione sessuale è ben diffusa, ancora sono una realtà poco utilizzata, basta considerare che da una ricerca ISTAT solo il 42% delle donne li utilizza al primo rapporto. Inoltre tra quelli preferiti dalle donne il primo posto è occupato dal preservativo con il 42,4%, seguito dalla pillola con il 24,3% e il coito interrotto con il 17,5%.







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News