Scegliere le scarpe giuste per un bambino è davvero importante, dal momento che è in fase di sviluppo e ha bisogno di tante piccole attenzioni

L’intera struttura ossea è in via di formazione e se le scarpe non sono quelle giuste, causano una postura sbagliata con gravi ripercussioni. Basti considerare che svariati problemi sono provocati proprio da una cattiva postura, come il mal di schiena, il mal di testa e i problemi di deambulazione.

Per evitare questi ed altri disturbi bisogna fare molta attenzione e non trascurare nessun particolare.

I modelli da scegliere: alcuni consigli

Ortopedici e pediatri sono concordi nel ritenere che vi sono alcune caratteristiche imprescindibili nella scelta delle scarpe dei bambini, come:

– La flessibilità

– La giusta taglia

– La comodità

– La leggerezza dei materiali, che non devono coprire la caviglia impedendole di muoversi.

Fino ai 2 anni è bene far indossare scarpine chiuse per proteggere il tallone e le dita, considerando che non riesce a camminare in modo perfetto, è necessario proteggerlo da eventuali urti contro mobili o altro materiale duro.

Scarpa chiusa non significa dura, al contrario serve un materiale flessibile, per questo alcune case produttrici hanno predisposto delle calzature per piccoli progettate proprio per i primi passi, con flex zone che si adatti a camminare e gattonare.

Questa regola, però, viene disattesa in estate, dove si preferiscono scarpe aperte per evitare che sudi eccessivamente. Sandali che tengano ben fermo il piedino sulla parte anteriore e al tallone, sono perfetti.

L’utilizzo delle scarpine, inoltre, faciliterà il compito dei genitori di osservare il modo in cui il piccolo cammina, verificando eventuali anomalie di postura.

LEGGI ANCHE

→ Nonni baby sitter: pro e contro

→ Come scegliere il seggiolino per auto perfetto

→ Bimbi e primi dentini: sintomi e rimedi ai possibili doloretti