Il fondotinta è alla base di ogni trucco e ne esistono davvero di tantissime tonalità, in modo tale che ognuna possa trovare la sfumatura più adatta

Ai giorni d’oggi, non esiste più solamente il fondotinta liquido, da sempre utilizzato, ma esistono anche quello più compatto e, addirittura, quello spry, una nuova innovazione.
Vediamo ora nel dettaglio le caratteristiche dei fondotinta, i consigli per l’acquisto e come scegliere quello perfetto.

LE REGOLE DEL FONDOTINTA PERFETTO

Partiamo con un errore da non commettere assolutamente mai, che però, purtroppo, è molto diffuso: scegliere il fondotinta come se il suo compito primario fosse solo quello di dare colore…: sbagliato. Il fondotinta va usato per uniformare la pelle, renderla omogenea e lineare, non per colorare. Per facilitare questa fase si può anche utilizzare un primer prima di stendere il fondotinta.

TEST PRATICI PER SCEGLIERE QUELLO CORRETTO

Sembra banale, ma un test veritiero per scegliere la tonalità è quello di appoggiare sulla propria pelle oro giallo ed oro bianco. La tonalità gialla, sta ad indicare un tono di pelle caldo, quindi texture del fondotinta caldo, scuro.

Nel caso dell’oro bianco invece, si ha una pelle fredda quindi fondotinta chiari. Una volta trovata la categoria tra calda e fredda, la prova del nove, resta quella che consiste nell’ applicare un po’ di fondotinta tra mandibola e collo, in modo tale da accorgersi quale sia più uguale alla nostra tonalità naturale e quale si adatti meglio a entrambe le zone.

LEGGI ANCHE

→ Make up d’autunno: le principali tendenze trucco

→ Terra abbronzante: le regole d’oro per sceglierla e utilizzarla

→ Pennelli da trucco: quali scegliere per ciascuna zona del viso