Se i bambini lamentano un mal di testa è difficile capire se il dolore è reale o semplicemente è frutto di un capriccio: ecco alcuni consigli utili

Tuttavia se il piccolo manifesta cefalee continue non bisogna sottovalutare la cosa e cercare di capire quali sono le cause reali che possono essere molteplici. Negli ultimi anni a causa della diffusione degli strumenti elettronici la percentuale dei bambini in età scolare che soffre di mal di testa è salita al 30%, una percentuale decisamente preoccupante.

I bambini spesso non sanno esprimere il tipo di dolore che hanno e per i genitori risulta difficile individuarne la causa, perciò è opportuno rivolgersi ad un medico esperto della materia.

Quali sono le principali cause dei mal di testa dei bambini?

Generalmente i bambini che hanno un genitore sofferente di emicrania sono più soggetti ad avere attacchi di cefalee che possono essere anche ereditarie.

I mal di testa possono dipendere da fattori fisici come infezioni, traumi, problemi ai denti o problemi agli occhi. In altri casi invece i dolori alla testa potrebbero essere di natura psicologica e derivare da un eccessivo stress causato dallo studio e da attività extrascolastiche, tensioni in famiglia, poca attenzione da parte dei genitori o cambiamenti improvvisi come un trasloco o la perdita di una persona cara.

Ci sono poi altri fattori contingenti che possono causare il mal di testa come un’alimentazione squilibrata con presenza di poca frutta e verdura, pasti fuori orario, inquinamento del clima, scarsa qualità del sonno, utilizzo eccessivo dei dispositivi elettronici ecc.

LEGGI ANCHE

→ Come convincere i bambini a mangiare le verdure

→ Scarpe bambini: come scegliere quelle giuste

→ Cosa fare se il bebè non dorme la notte