ll parto viene vissuto come un vero e proprio traguardo da tutte le mamme; eppure, dopo, un’alta percentuale di donne va incontro a momenti difficili

Si stima, che circa l’80% delle neomamme inizi a soffrire della cosiddetta tristezza post partum, mentre quasi il 15% sviluppa una forma più grave, che sfocia in depressione. Si tratta di dinamiche, come abbiamo visto, diffuse. Tuttavia, la buona notizia è che ci sono diversi modi per superare con successo questo difficile momento.

Come si manifesta la depressione post partum

Quando si avvicina la nascita del piccolo, ogni mamma attende l’emozionante incontro con apprensione e gioia. Le aspettative sono rosee e molto elevate. Eppure, spesso, già dai primi momenti la neomamma può avvertire ansia e tristezza e il timore, soprattutto, di non riuscire ad essere abbastanza concentrata sul proprio piccolo.

La felicità viene soppiantata da pensieri cupi che prendono il sopravvento. Questo sentimento negativo si ripercuote sul lato fisico, dando una sensazione di spossatezza e incapacità di dedicarsi al bambino. Quando si verificano queste condizioni è bene indagare, andare a fondo e capire come risolvere al meglio tale disagio.

I metodi per superare la depressione post partum

Come abbiamo accennato sopra, la maggior parte delle neomamme avverte una sorta di tristezza a circa tre giorni dal parto, si tratta di una condizione diffusa e passeggera, che si risolve da sola, nel giro di una settimana.

LEGGI ANCHE

→ Nonni baby sitter: pro e contro

→ Cosa fare se il bebè non dorme la notte

→ Cibi da evitare quando si allatta