L’utilizzo di farmaci durante l’allattamento è un tema molto importante per la salute del bambino: ecco tutto quello che devi assolutamente sapere

La sicurezza del lattante, infatti, è direttamente legata alla capacità di alcune molecole di passare attraverso il latte materno, e di conseguenza, di essere assunte dal bebè durante l’allattamento. Per tale motivo, il Ministero della Salute Italiano, ha rilasciato le nuove linee guida, spiegando attentamente cosa è cambiato.

Indicazioni statistiche generali

Tutti i farmaci che non forniscono informazioni adeguate per la salute del bambino, dovranno essere sospesi, in quanto potenzialmente non sicure per il bebè durante l’allattamento. Nonostante i farmaci in commercio sono molto testati e sicuri, altrettanto non si può dire per le donne in gravidanza o in allattamento: molti farmaci non hanno affrontato abbastanza test a riguardo, pertanto andranno evitati durante gravidanza o allattamento.

Fra il 65 e il 95% delle donne in allattamento, infatti, vi è assunzione di farmaci di diverso genere. Solo nel 2016, il Centro Informazioni del Centro Antiveleni di Bergamo ha ricevuto quasi 29mila richieste di informazioni su farmaci in gravidanza e allattamento, per un totale di quasi 42mila farmaci.

Le richieste erano principalmente per lattanti di età inferiore ai sei mesi, in oltre la metà dei casi. Bisogna ricordare che più piccolo è il bambino, più pericolosi possono risultare potenzialmente i farmaci. Pertanto è bene informarsi e non rischiare in nessun caso.

LEGGI ANCHE

→ Mamme over 35: tutti i controlli da fare

→ Cibi da evitare quando si allatta

→ Allattamento al seno o artificiale? Differenze, benefici e svantaggi