Al giorno d’oggi non è facile trovare lavoro, soprattutto se non si vive nella città giusta: ma quali sono le città italiane dove si lavora di più e meglio?

Trovare lavoro in Italia è da sempre un dilemma sia per i residenti che per le persone intenzionate a trasferirsi nel nostro Paese. Benché molto ricca e, soprattutto, caratterizzata da un’offerta lavorativa molto variegata, l’Italia presenta spesso numerose difficoltà per chi intende stabilirsi e trovare lavoro senza necessariamente lasciare il suo territorio.

Oggi vi illustreremo la mappa delle città italiane dove si lavora meglio distinguendo due principali categorie: stipendio e maggiore disponibilità dell’offerta.

Città italiane dove gli stipendi sono più alti

Prima di procedere con l’elenco delle città, è bene sottolineare il già noto ma indimenticabile divario economico tra nord e sud. Benché entrambe le zone risultino estremamente ricche, sia in termini di attrazioni, siti storici, artistici e culturali, è risaputo che nelle regioni del settentrione gli stipendi tendono ad essere notevolmente più alti anche in virtù del costo della vita più elevato.

Di seguito, ecco le città italiane dove si lavora meglio e dove gli stipendi sono più alti:

  • Bolzano con circa 1480 euro al mese;
  • Varese con 1470 euro al mese;
  • Monza, Brianza e Como al pari con 1450 euro al mese;
  • Verbanio Cusio Ossola e Bologna con 1430 euro al mese;
  • Lodi con 1425 euro al mese
  • L’Aquila per le città italiane non appartenenti al settentrione con 1280 euro al mese.

In questa classifica ci è stato impossibile inserire città come Milano in quanto lo stipendio medio varia notevolmente in base al tipo di posizione occupata e al tipo di settore in cui si addentra. In generale però, sembrano riconfermarsi le città italiane in cui gli stipendi sono più alti con capolista indiscussa Bolzano.

LEGGI ANCHE

→ I migliori siti online per cercare lavoro

→ Le 10 aziende italiane in cui si lavora meglio

→ Studiare all’estero: dove, come e quando