Lo sport fa bene ad ogni età, ma durante l’adolescenza lo sport può svolgere un ruolo davvero fondamentale nello sviluppo fisico e sociale dei ragazzi

In un paese ricco di persone sedentarie, il cui sovrappeso va via via aumentando, la pratica dello sport potrebbe risultare utile non solo agli adulti, ma anche agli adolescenti, in modo tale da incentivare la cultura sportiva e ridurre il sovrappeso in futuro.

Perché lo sport fa bene agli adolescenti?

Sono numerosi i motivi per cui praticare sport può risultare vantaggioso per gli adolescenti. Innanzitutto, si tratta di una forma di pratica educativa, che permette di apprendere il rispetto nei confronti delle altre persone, oltre che il sapersi atteggiare in luoghi pubblici in maniera consona.

Il saper stare a contatto con persone giovani e meno giovani, inoltre, permette di imparare a convivere con diverse tipologie di carattere, apprendendo numerose sfaccettature caratteriali, che rimarranno anche nella vita adulta.

Oltre al fattore educativo, si tratta di una buona pratica per la promozione dell’attività motoria, fondamentale per abituare gli adolescenti al movimento, in modo tale da non renderli ‘passivi’ e tendenti ad accumulare grasso, in modo da ridurre il rischio cardio-vascolare in futuro.

Infatti, l’attività fisica è importantissima affinché si riduca il rischio di sviluppare patologie in futuro, specie dal punto di vista del sistema cardio-vascolare. In realtà molte patologie sono collegate al sovrappeso e all’obesità, pertanto, rimanere magri e attivi fisicamente, è sinonimo di restare in salute.

LEGGI ANCHE

→ Scarpe bambini: come scegliere quelle giuste

→ Sport al femminile: le discipline sportive più praticate dalle donne

→ Il valore educativo dello sport: ecco perché è così importante per la crescita