Oltre a questo genere di storie, è bello anche raccontare ai nostri bambini di tutti gli eventi che si svolgono al Polo Nord, in modo che loro sentiranno più vicini Babbo Natale, gli elfi o la befana, entrando a far parte del loro mondo.
Si può partire dagli eventi più comuni, come la fabbricazione dei giocattoli da parte degli elfi o la creazione della lista dei buoni e dei cattivi, fino ad arrivare agli episodi più esclusivi, come la presentazione di tutte le renne e specialmente di Rudolph e del suo naso rosso.

COSA RACCONTARE AI PIÙ GRANDI?

Ai bambini che hanno ormai compreso la verità sul Natale è ancora bello raccontare le origini di queste magiche storie, per mostrargli la magnifica realtà da cui sono tratte, dal momento che loro sono grandi abbastanza da comprenderla.
Si può così parlare di Santa Claus, San Nicola, un vescovo della Turchia che faceva regali a tutti i bambini della sua città; o ancora si può spiegare che la Befana, la vecchietta che regala dolciumi, è il simbolo dei dolci doni che i Re Magi portarono al Bambin Gesù durante il giorno dell’epifania. E portarli a visitare i mercatini per mostrargli tutti i doni del Natale.

Con queste storie, se crediamo davvero nella loro grandezza, possiamo educare i nostri bambini prima alla fantasia ed alla spensieratezza e poi, da più grandi, all’amore ed alla condivisione.