Il ritorno al lavoro, specie dopo le vacanze prolungate, è sempre un po’ stressante: affrontalo al meglio con i consigli di AreaDonna!

Concluse le vacanze è ora per tanti lavoratori di ritornare in ufficio alla routine di tutti i giorni, ma come affrontare il rientro senza traumi e con la giusta energia? Ai musi lunghi, alle occhiaie o l’immagine di impiegati in stile rallenty è possibile sostituire lavoratori pronti ad rimboccarsi le maniche senza stress, basta solo seguire alcuni accorgimenti.

A seguire alcuni consigli utili per affrontare il rientro alla grande.

Evitare di farsi prendere dall’ansia

Emotivamente il rientro a lavoro, dopo un periodo di assenza, può generare ansia e stress, pertanto, è importante evitare di cadere in tali stati d’animo, facendosi prendere dalla smania di fare tutto e subito, perfino Dio ha impiegato una settimana per creare il mondo e si è riposato la Domenica, pertanto, correre può soltanto rallentare il lavoro.

Partire con calma

Se non si vuole arrivare sfiniti il primo giorno di rientro a lavoro, è necessario partire adagio, senza strafare, il miglior modo è prendersi il primo giorno per organizzare il lavoro e ripartire i compiti. Può sembrare impossibile, ma affannarsi è antiproducente, alle mail accumulatesi, posta e richieste dei clienti, è meglio procedere rispondere con calma.

La fretta potrebbe far commettere degli errori causando ulteriori perdite di tempo, quindi dato che è impossibile smaltire tutto in un unico giorno, il primo consiglio per non stressarsi di ritorno in ufficio, è ripartire il lavoro, magari procedendo ai compiti più urgenti. Concedersi piccole pause è sicuramente una soluzione ottima per chi si trova ad affrontare la routine del lavoro dopo giorni di assenza.

LEGGI ANCHE

→ Le 10 aziende italiane in cui si lavora meglio

→ I migliori siti online per cercare lavoro

→ Lavoro da casa: come organizzare lo spazio ufficio