Nel corso degli anni il successo di stampe simili è rimasto praticamente inalterato, al punto tale da risultare una tendenza in prima linea per la primavera del 2020. Niente di meglio, allora che indossare un abito contraddistinto da motivi floreali, e poco importa la tipologia di colorazione prescelta per la creazione del proprio outfit: ciò che conta è puntare sui fiori in tutte le loro forme e le loro varietà. Purché non si dia vita a un accostamento sgradevole.

I motivi a quadri e righe… e a pois

Una tendenza particolarmente in voga sulle principali passerelle globali, sempre rimanendo nell’ottica della stagione primaverile in arrivo, è quella di dare vita a vestiari caratterizzati da motivi a quadri, a righe e a pois.

Si tratta di una tendenza osservata praticamente ovunque, da Milano a Parigi, da Tokyo a New York. Abiti con righe orizzontali o verticali, maglie e maglioni con quadri e quadretti di dimensione variabile, indumenti riccamente decorati con coloratissimi pois. Stiamo parlando di decorazioni che, in un modo o nell’altro, riescono sempre a tornare alla ribalta sulle passerelle di tutto il mondo, pur attraversando fasi alterne di tendenza.

Tutta la delicatezza delle sfumature pastello

Infine, una delle principali tendenze per la primavera del 2020 è il ritorno prepotente delle colorazioni pastello.

Per loro natura, i colori pastello riescono a conferire ad abiti e indumenti un senso di delicatezza, innata leggerezza e naturalezza. Ciò vale praticamente per qualsiasi tipologia di sfumatura, dall’azzurro chiaro al rosa tenue, passando per l’arancione, il viola, il giallo e così via. Via libera anche al Classic Blue, colore dell’anno.

Tuttavia, bisogna precisare come creare un accostamento con i colori pastello sia tutt’altro che scontato. Per dare vita a combinazioni e abbinamenti realmente efficaci, infatti, è fondamentale creare contrasti sapienti, evitando di accostare due tonalità pastello troppo diverse l’una dall’altra.