La beauty routine giapponese è un recentissimo trend del mondo della skincare che sta spopolando tra le skincare addicted

I punti di forza di questa tipologia di skincare risiedono nella semplicità e praticità della routine, nell’impiego di prodotti naturali che esaltano la bellezza e la luminosità di una pelle senza tempo e nella protezione della pelle dal sole.

Un altro vantaggio di questa skincare, non meno importante degli altri, è il cosiddetto giorno di digiuno, ovvero un giorno della settimana in cui non vanno applicati prodotti detergenti o nutrienti. Secondo gli esperti di skincare giapponese, il giorno di digiuno aiuterebbe la pelle a disintossicarsi, così sarà più ricettiva ai successivi trattamenti.

Quali sono le differenze con la skincare coreana?

Entrambe le beauty routine si basano su una successione di diversi step per ottenere una pelle morbida e perfetta, anche se la skincare coreana prevede 10 step, mentre quella giapponese ne conta solo 7. Inoltre, anche se alcuni step sono gli stessi, la beauty routine giapponese prevede l’utilizzo di trattamenti più mirati, volti ad eliminare le rughe ed ottenere una pelle liscia e morbida, proprio come quella di una pesca.

Quali sono i 7 step della beauty routine giapponese?

1) Olio vegetale: il primo step per avere una pelle soffice e vellutata è quello di applicare una piccola quantità di un qualsiasi olio vegetale, massaggiarlo per qualche minuto sulla cute del viso accuratamente asciutta e risciacquarlo con abbondante acqua tiepida.

2) Latte detergente: dopo aver eliminato accuratamente ogni traccia dell’olio, passa all’applicazione del latte detergente, essenziale sia per eliminare ogni residuo di make-up sia per idratare la pelle in profondità.

3) Tonico: a questo punto potete passare all’applicazione del tonico per rimuovere i residui di latte detergente e il sebo in eccesso. Inoltre, il tonico si rivela particolarmente efficace nel rafforzare le difese della pelle, nel ridurre le impurità cutanee e a ridurre la dilatazione dei pori.

LEGGI ANCHE

→ Come eliminare il make up in modo delicato: 3 metodi che funzionano davvero

→ Face Mist: cos’è e a chi è consigliato

→ Creme e sieri booster per rassodare la pelle del viso: ma funzionano davvero?