Le mascherine sono l’oggetto del desiderio in questo periodo di difficoltà da Coronavirus, ma come realizzarle da sole se in farmacia non ne hanno più?

Devono indossarle gli operatori sanitari, ma anche tutti i lavoratori dei servizi essenziali e i cittadini che sono costretti ad uscire di casa per fare la spesa al supermercato o andare in farmacia. Una misura per la tutela di tutti, però, che diventa impossibile da adottare vista l’impossibilità di trovare mascherine nelle farmacie, nei negozi specializzati oppure online. È possibile, però, realizzarle in modo efficace anche a casa. Ecco come.

Come fare le mascherine fai da te

Una mascherina fai da te molto efficace è quella realizzata da Luca Somà, un farmacista piemontese che ha ideato questo prodotto artigianale per soddisfare la crescente richiesta di mascherine divenute ormai introvabili fin dai primi giorni dello scoppio dell’epidemia. Il procedimento è davvero semplice e non richiede più di due o tre minuti di lavoro. Il consiglio importante, però, che deve essere seguito scrupolosamente, è quello di non utilizzare questa mascherina per un periodo prolungato (non oltre le 6/8 ore) e di sostituirla ogni 24 ore per evitare di continuare a respirare aria non filtrata che potrebbe favorire la circolazione del virus. Inoltre questo tipo di mascherina non può essere lavata né igienizzata perché si corre il rischio di romperla, quindi è consigliabile realizzarne in una certa quantità.

Cosa occorre per realizzare le mascherine fai da te

Per realizzare un’efficace mascherina fai da te occorre della garza in tessuto non tessuto, della pellicola trasparente, due elastici, delle forbici, un metro e una pinzatrice. Gli elastici possono essere sostituiti anche da due nastrini o da qualsiasi altro ausilio possa essere utile per tenere ferma la mascherina sul volto, con un buon livello di aderenza.

LEGGI ANCHE

→ Coronavirus: quale cure si stanno tentando al momento?

→ I 5 virus più pericolosi del mondo

→ Disinfettante fai da te: come prepararlo secondo le indicazioni dell’OMS