La ricrescita comincia ad intravedersi e non potete andare dal parrucchiere? Niente panico, tingersi i capelli a casa si può ed è anche semplice, basta solo seguire piccoli accorgimenti

D’altronde le nostre nonne l’hanno sempre fatto e in alcuni casi si dilettavano anche a tingere quelli dei mariti o dei fratelli. Oggi colorare i capelli con il fai da te è diventato molto più semplice perché vi sono diversi prodotti in commercio che permettono di ottenere un risultato molto simile a quello professionale.

Come applicare la tinta in maniera corretta

Prima ancora di passare all’applicazione del prodotto è necessario proteggere le aree che non volete sporcare o macchiare, soprattutto se utilizzate una tinta scura. Per proteggere la cute potete applicare una crema molto ricca che servirà a fare barriera. Per le mani, invece, non dimenticate di indossare i guanti. Ovviamente è molto importante anche proteggere i vestiti ed il pavimento, quindi appoggiate un asciugamano sulle spalle e un tappeto sul pavimento se avete i capelli molto lunghi. Entrambi devono essere vecchi o già da buttare.

Passiamo adesso all’applicazione che è il momento più delicato. Il metodo più semplice per applicare la tinta è quella di dividere i capelli in quattro sezioni in modo tale da poter lavorare più facilmente le singole ciocche.

LEGGI ANCHE

→ Tendenze capelli 2020: i colori che spopoleranno in primavera→ Perdita dei capelli: cause e rimedi→ Colpi di sole o balayage? Ecco cosa scegliere per schiarire i capelli