La primavera è sicuramente il periodo dell’anno dove iniziano le gite fuori porta e la voglia di uscire, viaggiare e visitare posti nuovi

Spesso si decide di avventurarsi in città turisticamente adatte alla gita di un giorno, magari con famiglia al seguito, oppure come viaggio romantico, con andata e ritorno in giornata. Ma quali sono le mete migliori per quando torneremo alla normalità e potremo di nuovo uscire e viaggiare? Quelle imperdibili nel periodo primaverile?

I 5 borghi più belli d’Italia

Chiaramente, anche se stiamo descrivendo questi posti come mete primaverili, la loro unicità e bellezza rimane durante tutto l’anno. Tuttavia, in primavera qualcosa si aggiunge al fascino già caratteristico di questi luoghi.

Alberobello (Puglia)

Patrimonio dell’UNESCO, Alberobello è una di quelle destinazioni da visitare almeno una volta nella vita, o anche più di una. I caratteristici trulli, dai colori candidi e delicati, si mescolano artisticamente alla fioritura primaverile, capace di creare effetti davvero meravigliosi.
Inoltre, fra Belvedere e le chiesette-trullo, le botteghe artigianali possono svelarvi qualche piccolo segreto della città, rendendo anche possibile gustarsi un ottimo gelato in Piazza del Popolo.

Asolo (Veneto)

Come molte altre cittadine del montagnoso Veneto, Asolo è immerso in una valle di verde, caratterizzata dalla meravigliosa fioritura di peschi e ciliegi. Grazie alle passeggiate panoramiche e alla presenza di diversi monumenti storici, una giornata ad Asolo passa in fretta, fra natura, fiori e resti di antichità.

Gradara (Marche)

Dai castelli svettanti al di sopra delle grandi radure verdi, Gradara è sicuramente apprezzabile durante una gita in coppia o in famiglia.
La Rocca Malatestiana è sicuramente un luogo degno di nota, così come il famoso castello di Paolo e Francesca. La veduta panoramica durante i camminamenti di ronda, infine, permette di gustarsi uno spettacolo naturale di rara bellezza.

Rasiglia (Umbria)

Paesino montano della generalmente bassa Umbria, Rasiglia è incredibilmente pittoresca. I corsi d’acqua, assieme al (volutamente?) rustico paesaggio cittadino, con ponticelli e case in pietra, in primavera mostra una bellezza assoluta, fra verde e fiori in festa.

LEGGI ANCHE

→ Borgo di San Giustino: cosa vedere, dove mangiare

→ 5 borghi italiani stupendi da visitare quest’autunno

→ Puglia: 8 luoghi imperdibili da visitare