Dal 4 maggio 2020 l’Italia entrerà in fase 2 questi significa che alcune delle attuali restrizioni cadranno. Ma che cosa potremo o non potremo fare? Leggendo il decreto, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, proviamo a fare chiarezza in merito a un aspetto non di poco conto: gli incontri. Dal 4 maggio 2020 infatti sarà possibile uscire di casa per incontrare un congiunto, ma che cosa significa tutto questo? Potremo uscire di casa per vedere il nostro fidanzato? Si potrà uscire di casa per incontrare un compagno o un semplice amico?

Iniziamo dall’analisi del termine congiunto.

CHI SONO I CONGIUNTI: CHI POSSIAMO INCONTRARE IN FASE 2?

I congiunti, secondo l’articolo 307 del codice penale vanno intesi come “ascendenti, discendenti, coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, fratelli, sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti“. Da questa definizione sembrano essere esclusi i partner, in assenza di legami di sangue o di un rapporto civile che definisca la categoria.

Da questa definizione quindi, come detto in precedenza, si dedurrebbe che non sarà possibile incontrare il proprio fidanzato o il proprio compagno. Nelle prossime ore però potrebbe esser fatta chiarezza alla luce delle tante domande che si stanno sollevando in queste ore.

DOPO IL 4 MAGGIO 2020 POSSO INCONTRARE IL MIO FIDANZATO?

Alla domanda quindi di migliaia di donne al momento non c’è una risposta certa. Sembra infatti che il fidanzato o il compagno non facciano parte della cerchia ristretta di persone che si possono incontrare all’inizio della fase 2.

Se dovessimo porre delle domande a chi scrive i decreti faremmo un esempio molto chiaro.

Vivo sola in città e la persona a me più vicina è il mio fidanzato che però vive in un altro appartamento: posso incontrarlo?

Io e il mio compagno viviamo in due case differenti ma prima dell’epidemia passavamo molto tempo nello stesso appartamento seppur domiciliati in case diverse, posso considerarlo un congiunto?

Ecco questi potrebbero essere due banali esempi. Ma pensiamo anche a chi ha qualche anno di meno! I nostri cari adolescenti. Se si ha un fidanzato che vive nello stesso paese, che si può magari anche incontrare per una passeggiata insieme a parco, sarà possibile farlo?

Per il momento solo dubbi e poche certezze. Vedremo nelle prossime ore se le cose cambieranno. Quello che potrebbe sembrare un problema di poco conto, è per molti qualcosa di invece fondamentale dopo due mesi di totale reclusione.