Molti oggi si chiedono come bisogna procedere con la raccolta differenziata per quanto riguarda guanti e mascherine. Dove si gettano questi materiali potenzialmente infetti? C’è, attualmente, il rischio che si crei una nuova fonte di inquinamento. Il rifiuto dei materiali sanitari, che stiamo utilizzando in modo sempre più invasivo e frequente, è stato trattato chiaramente dal ministero della Sanità, in quanto stiamo assistendo a un fenomeno abbastanza curioso. Legambiente ha già lanciato l’allarme in varie regioni italiane. Nel nostro Paese, entro la fine dell’emergenza, avremo usato circa 130 milioni di mascherine, di cui 90 milioni monouso. Proprio per tale motivo, si teme che questo possa causare dei gravi problemi all’ambiente. Abbiamo deciso così di indicarvi la guida sulla raccolta differenziata di guanti e mascherine.

Proprio ieri nella conferenza stampa del Premier Conte tra l’altro, è arrivata una importante novità relativa alle mascherine, quelle chirurgiche monouso. Dai prossimi giorni in Italia dovrebbero essere vendute a un prezzo imposto che non superi i 50 centesimi. Non entrerà subito in vigore questa ordinanza ma per le prossime settimane, anche per facilitare l’acquisto di questo prodotto, negozi e farmacie dovranno adeguarsi. Il prezzo potrà scendere anche perchè lo Stato pensa di togliere l’Iva su questo prodotto.

Ma torniamo alla raccolta differenziata: dove vanno gettati guanti e mascherine, come si smaltiscono?

 

DOVE GETTARE GUANTI E MASCHERINE: DUE ACCORGIMENTI DA TENERE A MENTE

 

Come vi abbiamo già anticipato, è fondamentale smaltire in modo corretto guanti e mascherine monouso. Ma dove si gettano? Le città sono più pulite, ma stanno diventando molto sporche proprio a causa delle persone che gettano in modo scorretto questi materiali sanitari. Uno spreco importante, che genera anche gravi rischi per la salute di ognuno di noi. Tutto questo può essere evitato in modo molto semplice. I guanti e le mascherine vanno tutti in solo punto, nel contenitore dell’indifferenziata. È necessario tenere a meno solo due accorgimenti. Prima di ogni cosa è bene sapere che questi materiali sanitari non devono essere gettati direttamente nell’indifferenziata, ma devono prima essere avvolti in due sacchetti di plastica, chiusi poi con un piccolo laccio. Questo dettaglio deve essere tenuto in considerazione soprattutto da coloro che sono risultati positivi al Covid-19. In entrambi i casi, è fondamentale che non entrino in contatto diretto con gli altri rifiuti indifferenziati. Dopo di che, bisogna non trascurare l’igiene personale durante lo smaltimento. Pertanto, è consigliato gettare sia guanti che mascherine con le mani coperte da guanti. Al fine di rispettare al meglio questa precauzione, è necessario salvarsi bene le mani dopo l’operazione.

 

COME SMALTIRE I GUANTI TENENDO CONTO DEL MATERIALE: LA GUIDA

 

Ci sono, chiaramente, altre regole da seguire per quanto riguarda i guanti. Ciò che vi consigliamo è di prendere sempre in considerazione il materiale di cui sono composti. Quelli in lattice e nitrile vanno gettati nell’indifferenziata, mentre quelli in vinile devono essere smaltiti nei contenitori dedicati ai rifiuti di plastica.

E’ importante prestare sempre la massima attenzione allo smaltimento di questo genere di rifiuti. Guanti e mascherine sono già entrati nella nostra vita e nei prossimi mesi ci terranno maggiore compagnia. Non inquiniamo e impariamo a smaltire questi oggetti.