La fase 2 per l’Italia inizia a maggio ma al momento, molte persone, non hanno ancora ricevuto neppure il bonus di 600 euro richiesto in quanto lavoratori autonomi. Purtroppo la situazione è complessa e difficile per tutti, soprattutto per le famiglie che dovranno iniziare a fare i conti con la nuova “normalità” dal 4 maggio. Mamme e papà tornano a lavoro e devono garantire ai bambini che restano a casa, la giusta protezione. Per questo il Governo ha pensato a dei bonus per le famiglie, come quello del congedo parentale, quello per le baby sitter. Il problema è che questi bonus al momento non possono essere ancora richiesti. Il Governo infatti non ha ancora approvato il famoso decreto “aprile” siamo arrivati alla fine del mese e non ci sono novità. Si pensa che probabilmente, anche se sarà emanato a maggio, dovrà comunque aiutare, anche se successivamente, tutte le famiglie che hanno fatto le richieste per il mese di aprile, o meglio che dovranno farle. Già perchè al momento siamo tutti bloccati a quello che è successo i primi di aprile, quando sono state fatte le richieste per i bonus relativi a marzo 2020.

Ma vediamo quelli che sono i bonus che le famiglie possono richiedere.

BONUS FAMIGLIE APRILE 2020: TUTTI I SUSSIDI CHE POSSONO ESSERE RICHIESTI 

Ecco quelle che dovrebbero essere le misure che interesserebbero le famiglie

REDDITO DI EMERGENZA Il reddito previsto per tutti i lavoratori esclusi dagli altri ammortizzatori sociali (Rem) riguarda circa 2,5 milioni di persone. A loro andranno per due mesi 500 euro, assegnati in base alla fascia di reddito (Isee).

INDENNIZZO ALLE COLF Sarà prorogata di 2 mesi anche la Naspi e ci sarà un indennizzo «per colf e badanti che non hanno potuto lavorare in questo periodo». Quelle regolarmente assunte e che non hanno lavorato in questi mesi potrebbero ricevere tra i 200 e i 400 euro.

CONGEDI E BONUS BABY SITTER Nel Decreto dovrebbero essere prorogati sia i congedi straordinari Covid-19 sia i bonus baby sitter da 600 euro. Per i congedi previsti ulteriori 15 giorni fino a settembre. QUI I DETTAGLI

BONUS 800 EURO Il bonus per gli autonomi e i professionisti iscritti agli ordini passa da 600 euro a 800 euro, ma a poterlo richiedere sono coloro che nel 2019 abbiano dichiarato un reddito non superiore ai 35 mila euro lordi.