Che cosa sta succedendo davvero in Corea del Nord e che cosa è successo davvero a Kim Jong Un? Le voci che arrivano dall’Asia sono tante e ormai da settimane si parla di un vero e proprio giallo legato alla possibile morte del leader nordcoreano. Ormai da settimane Kim Jong Un non è presente in nessun evento pubblico. Le teorie su quanto potrebbe essere successo sono tante: da una operazione al cuore finita male, alle complicazioni cardiache causate dal coronavirus. Tante illazioni, nulla di confermato. Ma per i media di tutto il mondo molto presto in Corea del Nord potrebbe succedere qualcosa di inaspettato. Kim Yo Jong potrebbe essere l’erede prescelta per prendere il posto di Kim Jong Un. Una leader donna  quindi. Ma anche in questo caso le ipotesi sono tante. Secondo il Telegraph ad esempio, il leader che ha soli 36 anni e che probabilmente non aveva preso in considerazione l’idea di avere già un successore, potrebbe esser sostituito al potere da una elitè di anziani e poliziotti. 

Quello che potrebbe succedere nelle prossime settimane resta ancora un mistero ma secondo la stampa internazionale non è da escludere che Kim Yo Jong prenda il posto di suo fratello.

KIM YO JONG : E’ LEI L’EREDE DONNA PRONTA A PRENDERE IL POSTO DI KIM JONG UN?

Kim Yo-jong è nipote e, dunque, erede diretta del ‘presidente eterno’ Kim Il-sung che nell’immaginario collettivo del Paese è ancora idealmente al suo posto. Per il suo popolo infatti, non ci sono notizie circa un suo malessere o addirittura la sua morte. La possibilità di vedere la ragazza al posto del leader viene appoggiata, anche dalla stampa estera. In un articolo di Arwa Mahdawi sul Guardina  si legge: “La Corea del Nord è una dellesocietà più maschiliste al mondo, ma la linea di sangue integrata dallo status nel Partito dei Lavoratori della Corea sostituisce il genere”. Si deve quindi guardare a Kim non in quanto donna ma in quanto erede, con lo stesso sangue, dell’attuale leader essendo sua sorella. 

Secondo i ben informati, tra l’altro, che Kim Yo Jong sia l’erede prescelta alla successione dell’attuale leader, lo si doveva capire anche da un dettaglio non di poco conto. Qualche mese, in autunno aveva cavalcato assieme al fratello per il Sacro Monte Paektu. In quell’occasione si poteva notare  come il cavallo di Yo-jong avesse le medesime briglie dorate e sulla sella lo stesso ricamo dinastico di quello del fratello, ovvero del leader supremo. Una simbologia che non dovrebbe lasciare dubbi sulla successione.

Nell’articolo del Guardian che citavamo in precedenza, si scrive: “È diventata una specie di pinup di Internet e c’è stata un’eccitante speculazione sul fatto che potrebbe diventare la prima leader femminile della dinastia della famiglia Kim. Ciò costituirebbe un precedente incoraggiante per le bambine che sognano un giorno di diventare dittatrici con la passione per i crimini contro l’umanità. In molti l’hanno accostata a Ivanka Trump. “Lei è la mente dietro la forza del fratello – prosegue Arwa Mahdawi – e negli ultimi anni ha iniziato ad avventurarsi sulla scena mondiale, rappresentando Kim alle Olimpiadi invernali del 2018 e lodando pubblicamente Donald Trump.”