Esistono dei metodi naturali che possono aiutarci a pulire con cura il forno? Ebbene sì! Non bisogna necessariamente sprecare denaro in prodotti chimici e anche inquinanti per effettuare questa pulizia. Basta, in realtà, seguire questi consigli sui più antichi rimedi, utilizzati spesso dalle nostre nonne. Possono far brillare il vostro forno in pochissimo tempo, senza alcuna fatica e spreco di soldi. Le tecniche che andiamo a indicarvi possono essere applicate sia nei forni a gas che in quelli elettrici. Vediamo ora insieme quali sono i rimedi naturali per far splendere il vostro elettrodomestico!

METODI NATURALI PER PULIRE IL FORNO IN POCO TEMPO E SENZA FATICA: OGNI QUANTO ESEGUIRE QUESTO LAVORO

Prima di indicarvi i metodi naturali per pulire il forno, vogliamo parlarvi dei periodi in cui va eseguita questa pulizia. In molti si chiedono: ogni quanto è necessario pulire questo elettrodomestico? Se usato spesso va pulito ogni settimana, al fine di evitare la formazione di incrostazioni, difficili da rimuovere. In caso contrario, questo lavoro può essere eseguito ogni mese. Ma ora veniamo al punto centrale di questa guida. Le nostre nonne non utilizzavano sicuramente quei prodotti chimici disponibili in commercio, ma erano abituate a utilizzare prodotti di uso comune. Stiamo parlando di bicarbonato, sale grosso, aceto e limone. Sono questi gli elementi che sono capaci di sgrassare e pulire efficacemente il forno.

PULIRE IL FORNO CON BICARBONATO E SALE GROSSO

È possibile pulire il forno utilizzando la soluzione di bicarbonato e sale grosso. Questo è uno dei migliori metodi naturali per eseguire questa pulizia in poco tempo. Mescolate i due prodotti e poi aggiungete, poco a poco, anche l’acqua. Quando avete ottenuto un composto denso, disponetelo su tutta la superficie interna del vostro elettrodomestico, aiutandovi con un panno. Lasciate agire per qualche ora e poi risciacquate il tutto. Ora il forno dovrebbe essere ben pulito, splendente e privo di incrostazioni. Potete effettuare questa operazione anche sul vetro, ma utilizzando il detersivo per piatti anziché l’acqua. In questo caso, lasciate agire solo per mezz’ora e poi eliminate il tutto con un panno.

PULIRE IL FORNO CON ACETO

Utilizzare l’aceto per pulire il forno è un metodo classico, di cui sicuramente avrete già sentito parlare. Mettete a scaldare poca acqua e aggiungete un bicchiere di aceto di vino in un tegame. Quando bolle l’acqua va trasferita in una teglia, che poi deve essere infornata nel forno preriscaldato, a 150 °C. Dopo 15 minuti la soluzione dovrebbe essere evaporata, ammorbidendo così le incrostazioni. A forno spento, utilizzando un panno bagnato con lo stesso composto, rimuovete ciò che deve essere rimosso.

PULIRE IL FORNO CON LIMONE E ACQUA

Infine, vi consigliamo il rimedio naturale con limone e acqua per pulire il forno con cura. Prendete una teglia con i bordi alti e aggiungete un dito di acqua e il succo di tre limoni. Mettete in forno a 180°C e attendete mezz’ora. L’acqua a questo punto dovrebbe evaporare e attaccare lo sporco incrostato. A forno spento, rimuovete le incrostazioni dalle pareti con un panno bagnato con la stessa soluzione.

QUI I CONSIGLI PER LA PULIZIA DELLA DISPENSA