Il settore viaggi e turismo è fermo ormai da tempo a causa dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. In molti hanno dovuto rinunciare ai viaggi organizzati, sia per lavoro che per piacere. Il settore del turismo è sicuramente uno dei più colpiti in questo periodo di profonda crisi, ma quando la pandemia verrà finalmente sconfitta quanto costerà prendere un aereo, un treno, prenotare un soggiorno o fare una vacanza senza pensieri? Prima o poi il settore dovrà pur ripartire e i prezzi potrebbero variare di molto rispetto a quelli a cui eravamo abituati.

Il prezzo dei viaggi dopo la pandemia: le previsioni dell’International Air Transport Association

L’International Air Transport Association (IATA) ha fatto delle previsioni proprio riguardo ai prezzi dei viaggi post Covid 19. Quello che emerge è che il costo di un viaggio nei mesi subito dopo l’emergenza sanitaria potrebbero essere addirittura molto più bassi rispetto al solito. Come abbiamo detto, il turismo è uno dei settori che più sta soffrendo la crisi economica e sicuramente non sarà facile ritornare ai livelli di prima in poco tempo. Considerando che la domanda dei viaggiatori sarà inizialmente bassa, anche i costi di un volo saranno bassi. Questo è quello che dovrebbe accadere inizialmente ma con il passare del tempo e, probabilmente, con l’aumento delle prenotazioni, i costi torneranno a salire. I prezzi aumenteranno senza troppi dubbi perché le compagnie dovranno cercare di recuperare tutto quello che hanno perso in questi lunghi mesi di stop.

Viaggiare dopo il Coronavirus: non tutte compagnie riusciranno a garantire le distanze

I posti sugli aerei saranno sicuramente meno. Ricordiamo infatti che bisogna mantenere la distanza di sicurezza e che quindi il posto centrale dovrà rimanere vuoto. Questo significa meno incasso ma vuol dire pure che alcune compagnie non riusciranno a riprendersi così in fretta. Sempre secondo l’International Air Transport Association, infatti, quattro compagnie aeree su ben centoventidue riuscirebbero ad arrivare ad almeno un pareggio di conti vista la situazione. E tutte le altre? Potrebbero volerci addirittura anni perché molte possano riprendersi dalla crisi.

Questo significa, provando a ipotizzare, che molte compagnie lowcost potrebbero dover rinunciare a volare e quindi, che molte rotte, che prima dell’emergenza COVID19 erano alla portata di tutti, forse non lo saranno più. Certo è ancora presto per fare delle previsioni ma la sensazione è che ci vorrà molto tempo prima che si possa tornare alla normalità anche per chi ama viaggiare e non riesce a pensare di farne a meno. Forse si faranno meno viaggi con una maggiore organizzazione? Vedremo, tutto dipenderà anche da quali saranno i costi che le compagnie aeree e non solo, dovranno affrontare per permettere al cliente di viaggiare in totale sicurezza.