I pagamenti dell’Inps per la cassa integrazione arriveranno entro venerdì 12 giugno. A rivelarlo è il presidente dell’Istituto nazionale della previdenza sociale, Pasquale Tridico, in un’intervista per La Repubblica. In questo modo, ha cercato di fermare le polemiche causate dalle settimane di ritardi. Ha ribadito, inoltre, lo sforzo compiuto dall’Inps durante questi mesi di emergenza legata al Coronavirus. Pasquale Tridico ammette, infine, che sta intravedendo la ripresa. Infatti, oggi le domande per i pagamenti per la cassa integrazione risultano il 50% in meno di quelle inviate il mese scorso.

INPS, I PAGAMENTI PER LA CASSA INTEGRAZIONE ARRIVERANNO ENTRO IL 12 GIUGNO

LE PAROLE DEL PRESIDENTE PASQUALE TRIDICO

Ormai da settimane i cittadini italiani stanno attendendo i pagamenti per la cassa integrazione. Con il Decreto Cura Italia, il Governo aveva previsto la misura e l’aveva prorogata poi con il Decreto Rilancio, con lo scopo di far fronte alla forte crisi economica causata dall’emergenza Coronavirus. I pagamenti, però, tardano ad arrivare generando così diverse polemiche. A questo punto, ha scelto di intervenire sulla questione Pasquale Tridico, presidente dell’Inps, il quale ha assicurato che entro il prossimo 12 giugno arriveranno i pagamenti per la cassa integrazione. In un’intervista per La Repubblica si è detto certo del fatto che verranno pagate tutte le 419mila domande di cassa integrazione giacenti. Tridico non può non ricordare lo sforzo che in questi mesi ha compiuto l’Inps. In particolare, fa presente come lavoratori straordinari si stiano facendo in quattro per fornire a tutti una risposta, lavorando anche Pasqua. “I nostri hanno lavorato a Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio, hanno subito minacce,  insulti. Non è giusto, l’Italia deve essere orgogliosa di loro”, dichiara il presidente dell’Inps.

In ogni caso, ora Tridico ha rassicurato tutti, dichiarando che “l’Italia è ancora in piedi”. Il presidente dell’Istituto nazionale della previdenza sociale è certo che ci sia al momento uno spiraglio di ripresa. Dopo giorni davvero bui, il nostro Paese si starebbe riprendendo. Infatti, come vi abbiamo già indicato e come lui stesso fa presente, oggi ci sono il 50% di domande in meno per la cassa integrazione. Questo per Pasquale Tridico rappresenta un dato in fortissimo calo, che va indicare come l’Italia stia ripartendo.