Il cocco è considerato come il ‘re dei vegetali’. La palma da cocco viene, ancora oggi, coltivata in India, Messico, Brasile e Tailandia. Si tratta di una pianta longeva e possente, che solitamente troviamo in luoghi con clima caldo-temperato. Simbolo delle isole del Pacifico, è originaria dell’Indonesia. Può raggiungere anche altezze elevate ed esistono varie tipologie. Ad esempio, vi sono le varietà alte che generalmente sopravvivono anche più di 80 anni e quelle nane che raggiungono un’altezza massima di 12 metri. Ma vediamo ora insieme nel dettaglio quali sono gli impieghi del cocco.

COCCO, ECCO PER COSA VIENE UTILIZZATO IN AMBITO ALIMENTARE E NON

Dopo aver compreso da dove proviene il cocco, vediamo quali sono i suoi impieghi nell’alimentazione.

  • La sua acqua vanta proprietà diuretiche e rinfrescanti. Non solo, il liquido viene anche utilizzato per preparare delle bevande fermentabili, come il vino di palma.
  • La polpa, usata a scopo alimentare, deve essere consumata fresca. Inoltre, è importante per estrarre l’olio di cocco e per produrre la farina di cocco. Scendendo nel dettaglio, l’olio viene ricavato dalla mandorla del frutto, che rappresenta la matrice in questa produzione, visto il suo elevato contenuto in termini lipidici.
  • Dalla copra si ottengono anche sottoprodotti, conosciuti come pannelli di copra, utili per il mangime degli animali.
  • Con l’incisione delle infiorescenze si ricava una linfa adatta alla produzione di vino, zucchero, acquavite e aceto di palma.
  • Anche le gemme giovani o cavoli di palma di cocco possono essere usate per l’alimentazione.
  • Il latte di cocco, a Tahiti, è consigliato ai malati e ai convalescenti, in quanto ha la capacità di nutrire senza appesantire lo stomaco.

Il cocco non viene sfruttato solo nel settore alimentare, ma anche in altri ambiti.

  • Le fibre del mesocarpo sono utili per creare corde, cappelli, canestri, spazzole e tappeti.
  • L’olio ricavato da questa pianta viene usata nell’industria cosmetica, per produrre saponi, creme e schiume da barba.
  • Il latte di cocco, sotto forma di unguento o crema, rende la pelle morbida ed elastica. In particolare, è consigliato a chi ha una cute secca e arida.
  • Il tronco è la parte della palma da cocco utilizzata per la produzione di mobili. Anche le foglie vengono usate nel settore edilizio, precisamente per la copertura di tetti di capanne.
  • Infine, l’olio di cocco torna utile nell’ambito fitoterapico, per la creazione di prodotti antifungini, antiprotozoari, antisettici, antimicrobici e antivirali.