L’estate è arrivata ed è tempo di abbronzatura in spiaggia. Sapete come realizzare un abbronzante fai da te naturale e allo stesso tempo economico? Bastano davvero pochi ingredienti per poter sfoggiare una tintarella perfetta! Ecco allora i passaggi da seguire per realizzare un abbronzante fatto in casa che sia in grado di idratare la pelle facendola allo stesso tempo “colorare” nel modo giusto.

Abbronzante fai da te: gli ingredienti

 

Gli ingredienti sono pochi e facili da reperire. Per realizzare un abbronzante fai da te naturale ed efficace vi occorreranno solamente del succo di limone e dell’olio extravergine di oliva. Mescolati insieme nelle dosi opportune, questi due ingredienti naturali vi regaleranno un olio super abbronzante e idratante. Procuratevi allora un limone e mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, versate in una ciotola gli ingredienti e amalgamateli bene fino a ottenere una miscela densa e omogenea. L’abbronzante fai da te è già pronto per essere utilizzato: applicatelo sulla pelle del corpo per un’abbronzatura omogenea e duratura! L’olio di oliva ha spiccate proprietà idratanti e emollienti e il succo di limone sulla pelle svolge un’efficace azione purificante. Mixati insieme, questi due ingredienti tutti naturali si prendono cura dell’epidermide lasciandola morbida e idratata a lungo.

 

Abbronzante fai da te: pro e contro

Come sempre, quando ci si affida a prodotti naturali e fatti in casa, occorre fare alcune valutazioni. Quali sono pro e contro dell’abbronzante fai da te realizzato con olio extravergine e succo di limone? Un vantaggio è rappresentato, senza ombra di dubbio, dalla spesa contenuta. Realizzando l’olio abbronzante in casa, con pochi e semplici ingredienti, sarà possibile risparmiare un bel po’ sui costi. Bisogna però tenere in considerazione che questo abbronzante è appunto un acceleratore di abbronzatura e dunque non possiede filtro di protezione, come invece si trova nelle creme acquistate in farmacia. Occorre dunque fare attenzione nell’utilizzarlo con criterio per evitare scottature o eritemi, conseguenze più comuni di una non corretta esposizione al sole. Al mare la pelle va sempre adeguatamente protetta, specialmente nelle ore più calde quando il sole “picchia” più forte e il rischio di ustionarsi è più elevato. Nelle prime ore della mattina o nel tardo pomeriggio, invece, i raggi del sole tendono a essere meno forti e la pelle è meno a rischio scottature. Abbronzarsi con intelligenza, insomma, è la prima regola da seguire per non ritrovarsi costrette ad affrontare brutte sorprese e mettere a rischio la salute della pelle.