E’ morto Ennio Morricone, aveva 91 anni. Il compositore si è spento all’alba del 6 luglio in una clinica privata di Roma, dove era ricoverato da qualche giorno per le conseguenze di una caduta che gli aveva provocato la rottura del femore.

Addio Ennio Morricone: le sue colonne sonore più famose

Amato da tutti, in Italia e nel mondo, per le sue colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema. Davvero tante le musiche pensate e create dal grande Maestro che a 79 anni ha ricevuto l’Oscar alla carriera, degno compimento di un percorso lunghissimo che lo ha sempre visto protagonista.

Ripercorriamo allora i suoi capolavori più conosciuti partendo da uno dei brani più suggestivi della colonna sonora di “Per un pugno di dollari”, film di Sergio Leone del 1964. All’epoca, Ennio Morricone usava lo pseudonimo di Dan Savio ma da questo momento in poi fu il suo vero nome a farsi largo nel mondo. E sempre per Sergio Leone, con il quale ha collaborato per lungo tempo, Ennio Morricone firma la colonna sonora di “C’era una volta il West”, nel 1968. E ancora Metti una sera a cena di Giuseppe Patroni Griffi (1969), “C’era una volta in America” (1984), “Mission” (Roland Joffe, 1986), “Nuovo Cinema Paradiso” (1988) e “Gli intoccabili” (Brian De Palma, 1989), “Nel centro del mirino” (1993), “Malena” (2000). La prima nomination per un Premio Oscar arriva nel 1979 per la colonna sonora di “I giorni del cielo“. La soddisfazione più grande arriva però nel 2016 quando la colonna sonora di “The hateful Eight” con Quentin Tarantino gli fa conquistare il Golden Globe e l’Oscar. E’ un riconoscimento importantissimo, per una carriera che non conosce soste. Un premio che il compositore dedica all’amata moglie Maria che gli è rimasta accanto fino all’ultimo, nella clinica dove era ricoverato.

Ennio Morricone ha continuato a scrivere per il cinema e a dirigere con grand successo fino a qualche mese fa. Lo scorso 5 giugno ha ricevuto l’ennesimo riconoscimento, quello che sarà l’ultimo della sua immensa e lunghissima carriera: è stato infatti insignito del Premio Principessa delle Asturie per le arti 2020, che il compositore nato a Roma nel 1928 ha condiviso con il compositore statunitense John Williams, 88 anni.

I funerali di Ennio Morricone si terranno in forma privata “nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza“, come affermato dall’amico e Legale della famiglia, Giorgio Assumma che ha poi voluto far sapere che Ennio Morricone è rimasto lucido fino alla fine confortato dall’affetto dei suoi cari.