Lo spannolinamento rappresenta sempre una fase delicata nella vita di una mamma e del suo bambino. Ma è anche uno dei passaggi più importanti grazie al quale il piccolo diventa più autosufficiente e si prepara ufficialmente per la scuola materna, dove i bambini devono essere in grado di fare i loro bisogni nel vasino. Ma è possibile togliere il pannolino in tre giorni o questa fase richiede molto più tempo? Ovviamente molto dipende da bambino a bambino e non c’è un numero di giorni uguali per tutti per riuscire nello spannolinamento.

Spannolinamento: è possibile togliere il pannolino in tre giorni?

La super tata inglese Kathryn Mewes, nel suo libro, racconta il suo metodo infallibile per fare in modo che i bambini dicano addio al pannolino in soli tre giorni. Ecco alcune indicazioni su cosa fare per rendere questo passaggio meno traumatico possibile. Come prima cosa, è importante che la mamma sia rilassata nei giorni in cui il bimbo deve abituarsi a fare i bisogni nel vasino. Se manifesta infatti dei dubbi sulla riuscita di questo passaggio, indurrà il bambino a dubitare di se stesso e questo renderà tutto molto più complicato. Quindi l’atteggiamento da parte della mamma deve essere positivo e ottimista. Il bambino ne risentirà in positivo.

Spannolinamento, quando deve avvenire?

Il periodo giusto per togliere il pannolino è tra i due anni e mezzo e i tre anni e mezzo e generalmente l’estate è considerata la migliore stagione per provare. Ma ovviamente molto dipende dall’età del bimbo e se la mamma si rende conto che il momento non è propizio perché il piccolo non è ancora pronto, allora forse è il caso di aspettare ancora qualche mese prima di procedere. Intorno ai due anni e mezzo, occorre prendere nota di quante volte il piccolo fa la pipì. Se a volte, al momento del cambio, il pannolino è asciutto è un buon segno: significa che il bambino ha cominciato a controllare la vescica e questo è un segnale molto importante in vista dello spannolinamento. Ci sono anche altri segnali importanti che fanno capire che il momento giusto è arrivato. Se il piccolo chiede di essere cambiato non appena sporca il pannolino, se mentre sta facendo i suoi bisogni lo dice, se appena può si toglie da solo il pannolino perché vuole usare il vasino: questi sono tutti preziosi segnali da prendere al volo.

GUIDA AL PANNOLINO MIGLIORE PER IL TUO BEBÈ: ECCO COME SCEGLIERLO

In questa fase è importante accompagnare il bambino, spiegandogli per filo e per segno quello che succederà dal momento in cui si siederà sul vasino fino al lavaggio delle mani. In questo modo il piccolo prenderà tutto come un gioco e si divertirà, rendendo lo spannolinamento più facile di quanto si potrebbe pensare.

Tre giorni non sono dunque così pochi per dire addio al pannolino anche se, lo ribadiamo, in alcuni casi può servire qualche giorno in più. L’importante è non perdere la fiducia e mostrarsi sempre rilassate per fare in modo che il bambino sia tranquillo.