L’ansia è un disturbo molto comune e può essere contrastato anche con la giusta alimentazione! Ebbene sì, il cibo sano può rappresentare un valido alleato per combattere questo problema. Quando ci ritroviamo di fronte ai sintomi dell’ansia è bene iniziare a pensare di consumare determinati alimenti, che contribuiscono appunto a calmare questo disturbo. Esistono, però, tanti altri che ne favoriscono invece l’aumento. Dunque, è necessario fare molta attenzione a ciò che mettiamo sulla nostra tavola. Vediamo ora insieme quali sono gli alimenti giusti per combattere l’ansia.

COMBATTERE I SINTOMI DELL’ANSIA CON L’ALIMENTAZIONE GIUSTA: ALLA BASE DI TUTTO L’IDRATAZIONE

Avete capito bene: un’alimentazione adeguata può aiutarvi a combattere i sintomi dell’ansia. Prima di indicarvi gli alimenti che rappresentano un valido aiuto in questi casi, vi consigliamo di bere molta acqua durante il giorno. Infatti, è stato dimostrato che la disidratazione è uno dei fattori che può scatenare questo disturbo. Pertanto, il primo accorgimento da prendere in considerazione è: bere di più e regolarmente nell’arco della giornata. Frutta e verdura sono validi alleati per migliorare l’idratazione. Per tale motivo, vi consigliamo di mangiare più porzioni di questi sani alimenti, che contengono anche vitamina B12, zinco e antiossidanti. Questi tre elementi hanno la capacità di contribuire a contrastare lo stato d’ansia.

QUALI SONO GLI ALIMENTI UTILI PER COMBATTERE I SINTOMI DELL’ANSIA

Quali sono, dunque, gli altri alimenti utili per contrastare l’ansia? In questi casi, è bene preferire:

  • cereali integrali,
  • carni bianche,
  • pesce,
  • latticini a basso contenuto di grassi,
  • cioccolato fondente puro, senza latte e zuccheri aggiunti.

Come vi abbiamo già indicato, vi sono alcuni alimenti che invece vanno assolutamente evitati. Questi cibi, infatti, possono peggiorare solo la situazione e influire negativamente sull’ansia, rallentando la digestione, inducendo agitazione e diminuendo la capacità di concentrazione. Pertanto, evitate di consumare:

  • cibi fritti,
  • bevande alcoliche,
  • zuccheri raffinati.

Dopo aver compreso quali sono gli alimenti giusti da portare sulla tavola, è bene anche prendere in considerazione un fattore: quanto si mangia. Mangiare poco può essere controproducente, poiché la fame può causare uno stato di irritabilità. Invece, un buon pasto riesce sempre ad alzare l’umore. Vanno, però, evitati gli eccessi!