Vi è mai capitato di assaggiare il pane al carbone vegetale? E’ questa una prelibatezza che solo negli ultimi anni si sta facendo largo in tavola perché molti prima ne ignoravano l’esistenza. Invece oggi il pane al carbone viene consumato più di frequente sia nei locali che nei ristoranti. Buonissimo ma sempre da consumare in modo consapevole. Scopriamo qualche informazione in più su questo prodotto da forno che piace a grandi e piccini.

Perché mangiare il pane al carbone vegetale

La ricetta del pane al carbone è la medesima di quello tradizionale, l’unica differenza infatti sta nell’aggiunta dell’ingrediente (il carbone appunto) che conferisce al prodotto da forno il classico colore nero che lo rende particolare e unico. Si dice che questo tipo di pane abbia numerosi effetti benefici sull’organismo. Ma è davvero così? Il segreto del carbone nero vegetale sta tutto nella capacità di catturare liquidi, gas, batteri, virus e tossine presenti nel tratto gastrointestinale che tendono ad accumularsi. Il consumo di pane al carbone vegetale, quindi, aiuta a contrastare alcuni dei disturbi più frequenti legati a uno stato di salute dell’intestino non proprio ideale. Anche se occorre non eccedere, perché solitamente il carbone vegetale viene prescritto in quantità pari a 1-2 grammi al giorno, non di più.

Le controindicazioni del pane al carbone

Bisogna fare attenzione perché non tutto il pane carbone presenta le stesse caratteristiche. Ci sono pani al carbone fatti con farine bianche raffinate, lievito di birra e sola aggiunta di carbone vegetale che non sembrano essere così benefici per l’organismo. Ce ne sono altri, realizzati con farine di grani antichi rigorosamente integrali e da farine macinate a pietra, bio e con lievitazione naturale di pasta madre che sono invece decisamente più sani e possono essere consumati con maggiore tranquillità.

In generale, però, bisogna anche osservare un altro aspetto: non sempre il pane al carbone è indicato nella dieta. Ci sono alcuni casi specifici, per esempio, in cui il suo consumo è altamente sconsigliato. Il carbone vegetale, per esempio, annulla l’effetto di alcuni medicinali per cui se state assumendo farmaci è decisamente meglio evitare di consumarlo o comunque è consigliabile parlarne con il vostro medico di fiducia che saprà fornirvi consigli appropriati. Ma secondo alcune ricerche effettuate, sarebbero anche altre le controindicazioni di questo tipo di pane che negli Stati Uniti per esempio è vietato perché presenta benzopirene, una sostanza cancerogena.