Cosa succede se mangiamo il formaggio ammuffito? Vi sarà capitato di mettere in tavola del formaggio mal conservato e di buttarlo via per paura di mangiarlo e stare male. Ma cosa succede effettivamente se mangiamo il formaggio cin la muffa?

 

Cosa succede se mangiamo il formaggio ammuffito?

Innanzitutto è doverosa una precisazione su questo argomento. Quando si parla di formaggio esistono due tipi di muffe: una buona e l’altra cattiva. Quella buona è quella tipica di formaggi come il gorgonzola, la cui lavorazione prevede proprio l’utilizzo di spore di muffe di Penucillium per valorizzarne il sapore. La muffa cattiva è invece quella che fa capolino quando i formaggi non vengono conservati correttamente. Appare spesso sui formaggi freschi che, contenendo anche molta acqua, tendono a deteriorarsi in tempi ristretti (ecco perché il consiglio è quello di consumarli in poco tempo una volta aperti, altrimenti si sciupano e non sono più commestibili). Le colorazioni della muffa buona e di quella cattiva sono differenti: quella buona tende solitamente ai toni del bluastro mentre quella cattiva va più sui toni del verde. Ovviamente, mangiare il formaggio ammuffito – se trattasi di gorgonzola e simili – va benissimo mentre mangiare formaggi ammuffiti se freschi e quindi con la muffa perché mal conservati può essere davvero poco benefico per la salute e allora in questo caso è meglio evitare.

I benefici del formaggio ammuffito: il gorgonzola

Prendiamo per esempio il gorgonzola, tipco formaggio con muffa buona. Consumarlo, ovviamente senza esagerare, ha effetti benefici sul nostro organismo. La composizione del gorgonzola rende infatti questo formaggio un concentrato di vitamina B2, vitamina B3, vitamina B6, vitamina B12 e vitamina A. Ancora, il gorgonzola in particolare contiene buone dosi si magnesio, calcio, potassio, ovvero minerali considerati moto importanti per il nostro organismo e il suo corretto funzionamento. Ovviamente, come sempre quando si parla di alimentazione, occorre non esagerare. Anche il gorgonzola infatti presenta delle controindicazioni e quindi, prima di consumarlo, sempre meglio sentire il parere di un esperto. La presenza massiccia di sale e di grassi saturi rende questo formaggio non ideale per chi già soffre di colesterolo alto o ha problemi di tipo cardiovascolare.

Insomma in generale, mangiare formaggio ammuffito (se la muffa è buona) non rappresenta niente di pericoloso per il nostro organismo. Viceversa, in caso cioè di formaggi con muffa perché mal conservati, il consiglio è quello di evitare di consumarli per non incappare in problemi legati soprattutto al tratto gastro-intestinale.