“Penso di essere arrivato quasi al limite… prenderti la testa e fracassartela contro un angolo in modo da ucciderti e non vederti mai più, eliminare il male che hai fatto a questo ragazzo”. A dirlo è Fabrizio Corona, al telefono con l’ex moglie Nina Moric, riferendosi al figlio Carlos: un audio choc che la modella ha voluto pubblicare sul proprio profilo Instagram.

La prima telefonata è anticipata da un post dove la Moric scrive: “Arriva un momento quando il silenzio comincia a fare talmente tanto rumore che non riesci più a stare zitta. Ho provato con la giustizia, adesso vi regalo a voi quello che passo tutti i giorni e continuo inoltre a passare per quella malata di mente. Nella prima telefonata Nina è al telefono con Corona e gli chiede: “Perché hai creato tutti questi traumi a Carlos? Perché mi dici che sono una put… davanti a Carlos?”.

Nella seconda telefonata la Moric invece è al telefono con il figlio Carlos: “Mamma – dice il ragazzo, ormai 18enne e che attualmente vive col padre – voglio ritrasferirmi da te, stavo meglio molto meglio con te, voglio diventare una persona migliore. Voglio liberarmi da queste persone. Io voglio stare con te perché tu mi puoi aiutare essere una persona più buona. Purtroppo io stando con il male imparo il male”. A quel punto Nina in lacrime gli chiede: “Tuo padre ti sta minacciando?”, e Carlos con voce commossa risponde: “In parte sì”.

La modella spaventata allora invita subito il figlio a cancellare la telefonata: “Carlos cancella la chiamata, lui (Fabrizio Corona, ndr) ti controlla il telefono”. “Lo so mamma, so tutto – ammette Carlos – Non mi interessa la palestra, non mi interessa questo mondo, la televisione. Voglio solo tornare da te”.

“Non sei abbandonato ci sono io, sono il tuo scudo e ti amo più della mia vita. Sappi che la mamma non è stupida – prosegue in lacrime la Moric – la mamma ti proteggerà per sempre. Piuttosto morirei che lasciarti nelle mani sbagliate. Devi stare sereno, è solo questione di tempo perché so che tu stai malissimo”.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News