I ricercatori stanno ancora lavorando per capire i motivi per cui un bambino avrà l’autismo. Uno studio, pubblicato mercoledì 19 luglio sulla rivista medica The BMJ, fornisce forse una delle tante spiegazioni. Questo rivela che “i bambini esposti agli antidepressivi durante la gravidanza sembrano avere un leggero rischio aggiuntivo di autismo“.

Risultati che non dovrebbero essere considerati allarmanti
Ma gli scienziati britannici incaricati dell’indagine vogliono essere estremamente cauti e qualificano immediatamente le loro osservazioni :”il rischio è limitato e questi risultati non devono quindi essere considerati allarmanti”.

Lo studio è stato condotto dall’Università di Bristol, nel Regno Unito. Si basa sui dati di 254.000 svedesi di età compresa tra 4 e 17 anni. Dei 3.300 bambini le cui madri hanno assunto antidepressivi durante la gravidanza, il 4,1% ha l’autismo. In confronto, questo tasso è del 2,9% per i bambini le cui madri hanno una storia psichiatrica, ma non hanno assunto antidepressivi durante la gravidanza.

Questo studio mette in evidenza quindi una relazione tra l’assunzione di antidepressivi durante la gravidanza e l’autismo nei bambini, ma non permette di concludere che esiste una correlazione pura e semplice, vale a dire che esso non esiste un collegamento diretto di causa ed effetto tra i due fenomeni. Il professor Ian Jones, esperto indipendente, ha commentato questo studio per il Science Media Center, facendo attenzione a non saltare a conclusioni affrettate.

Ci possono essere molte altre spiegazioni
Un altro ricercatore indipendente, il dottor Michael Bloomfield, concorda: “Il fatto che esista un’associazione tra i due fenomeni non dimostra che esista un nesso di causalità e che possono esserci molte altre spiegazioni“.

Affinché lo studio sia completo e abbia un peso reale, molti ricercatori concordano sul fatto che dobbiamo esplorare altre strade oltre a questa, come prendere in considerazione il patrimonio genetico della madre o il livello di gravità della sua depressione.

Molti altri studi hanno dimostrato un legame tra l’assunzione di antidepressivi durante la gravidanza e il rischio di autismo nei neonati, senza stabilire nemmeno una chiara correlazione. Ma l’originalità dello studio pubblicato il 19 luglio poggia sulla dimensione del campione su cui si basa. Questo, particolarmente conseguente, lo rende più rilevante.