Il sorriso è il biglietto da visita che pià conta quando si conosce qualcuno, sia in ambito personale che professionale. Denti gialli, poco curati, di certo non fanno una buona impressione! Ma cosa fare se non ci si può permettere di andare dal dentista, o se semplicemente si desidera migliorare sensibilmente il proprio sorriso senza spendere cifre esorbitanti? La soluzione c’è ed è alla portata di tutti, visto che per farlo occorrono pochi ingredienti di quelli che si trovano in ogni dispensa.

Denti bianchi grazie alle fragole

Fragole e denti solitamente non vanno molto d’accordo, visto che i loro semini spesso si incastrano tra la dentatura e vanno tolti con il filo interdentale. Eppure questo frutto dolcissimo è benefico per lo smalto dei denti e li rende più bianchi. O meglio, non la fragola in sé bensì la purea di fragole. Aggiunta a una punta di bicarbonato, la purea fa emergere la naturale luminosità dello smalto senza eroderlo come fanno invece alcuni dentifrici che promettono meraviglie. Sì, perché non tutti sanno che i principali sistemi sbiancanti fai da te contengono sostanze chimiche che a lungo andare possono danneggiare la dentatura.

Purea di fragole e bicarbonato: ecco come fare!

La procedura è molto semplice. Dopo aver preso un cucchiaio di purea di fragole precedentemente ottenuta schiacciando il frutto ed eliminando l’acqua residua, si aggiunge una puntina di bicarbonato. Quindi mescolate i due ingredienti sino a ottenere una miscela dalla consistenza molto simile a quella di un dentifricio. E va proprio usata a mo’ di dentifricio, servendosi del classico spazzolino usato per lavare i denti. Lavandosi i denti con questa miscela tutte le sere prima di coricarsi fa sì che nell’arco di una settimana/dieci giorni i denti appaiano visibilmente più bianchi.

Attenzione al bicarbonato puro

Ovviamente andando avanti l’azione sbiancante è sempre più evidente e il risultato duraturo. Provate e sarete sbalorditi dei risultati! Anche il bicarbonato di per sé sbianca i denti, tanto che diverse persone lo diluiscono con dell’acqua e poi lo usano strofinandolo sui denti con uno spazzolino. Tuttavia in questo caso è meglio non esagerare, poiché questo sale, preziosissimo in cucina, in realtà potrebbe erodere la superficie dentale proprio come gli sbiancanti da banco, quelli che si acquistano anche al supermercato. E così facendo il rischio è che, sebbene sul momento i denti appaiano effettivamente più bianchi, a lungo andare si macchino molto velocemente e facilmente, senza lo smalto a proteggerli.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News