L’inverno è alle porte, le temperature si stanno abbassando ma inevitabilmente ci sono anche giornate di sole, perfino tiepide. Del resto negli ultimi anni le stagioni sono sempre più indefinite e accade così che alcune giornate di dicembre sembrino quasi ottobre per la loro aria mite, mentre persino a gennaio e a febbraio ci sono mattine in cui il sole comincia a essere caldo come poi in primavera. E proprio questo causa non pochi problemi alle donne che ogni mattina, davanti all’armadio, si interrogano su cosa mettere per non soffrire il freddo o al contrario il caldo.

Vestirsi a cipolla: è un consiglio ancora valido?

La temperatura cambia molte volte durante una giornata, anche in maniera repentina, e tra un ambiente e l’altro c’è un’escursione termica non indifferente: negozi e locali sono spesso riscaldati fino all’inverosimile, col risultato che l’aria fuori appare gelida. Il consiglio delle nonne, quello di vestirsi “a cipolla”, ovvero con vari strati di abbigliamento e di pesantezza, resta sempre valido; tuttavia è anche scomodo dover preparare ogni giorno almeno sei o sette capi diversi. Per questo motivo è meglio lasciare questo metodo alle giornate più imprevedibili, quelle dal meteo ballerino.

Maglioni, maglioncini e cardigan: caldi ma leggeri

Per tutti i giorni, invece, bisogna fare attenzione in primis ai maglioni. Quelli troppo spessi non vanno mai bene, neanche quando fuori c’è la neve. Ingoffano, occultano le forme, ingrassano e dulcis in fundo richiedono cappotti di una taglia più grande. Per questo motivo, a non poter mancare nel guardaroba femminile d’inverno sono invece i maglioncini di lana sottile, un paio di cardigan, due o tre maglie di morbido cotone e delle canottiere di cotone elasticizzato, da indossare quando fa più freddo del solito.

Il cappotto lungo e quello corto: quando indossarsi

A completare l’outfit, jeans a volontà – che non hanno stagione, soprattutto se sono elasticizzati e morbidi – e tre o quattro paia di pantaloni classici, di cui solo uno di lana. Indispensabile anche un piumino classico, nero, di media pesantezza, utilissimo per gli outfit più sportivi e la palestra. Il cappotto lungo è consigliato se ci si veste in maniera particolarmente elegante, altrimenti vanno bene due diversi cappotti – uno sui toni scuri, l’altro sui toni chiari – lunghi sino a metà coscia.

Un’altra cosa che non deve mai mancare in un guardaroba femminile, a maggior ragione in autunno e inverno, è l più classico dei tubini: nero, elasticizzato e con una scollatura sobria è il classico pass-par-tout che a seconda degli accessori che lo completano può andare bene in qualsiasi occasione.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News