Dei 166 miliardi di euro all’anno considerati come costi otteniamo in ​​particolare costi legati a morte prematura, cure e giornate lavorative perse. L’inquinamento atmosferico costa 166 miliardi di euro all’anno ai paesi europei, secondo un rapporto di mercoledì 21 ottobre.

Questo studio, condotto dalla società CE Delft per l’Alleanza europea per la salute pubblica (EPHA), un’associazione senza scopo di lucro con sede a Bruxelles, prende in esame 432 città nei 27 paesi dell’Unione europea, oltre al Regno Unito, Norvegia e Svizzera.

Il rapporto mette a confronto i tre principali inquinanti atmosferici (particolato, biossido di azoto e ozono) e i loro costi sociali, diretti (legati alle cure) e indiretti (riduzione dell’aspettativa di vita, malattie come la bronchite cronica grave, ecc.).

Londra è in testa alle città in cui questo costo è più alto (11,4 miliardi di euro), davanti a Bucarest (Romania) e Berlino (Germania). Parigi occupa il settimo posto.

In Europa, 480.000 morti premature all’anno
“Il nostro studio rivela quanto l’aria tossica sia dannosa per la salute ma anche quante significative disuguaglianze esistono tra i diversi Paesi d’Europa”, commenta il segretario generale dell’EPHA, Sascha Marschang, citato in un comunicato stampa dell’associazione. Respirare.

L’ inquinamento atmosferico in città è dovuto a diversi fattori: trasporti, riscaldamento delle abitazioni o attività industriali o agricole. È difficile valutare con precisione la quota di ciascuno di questi settori.

Tuttavia, il rapporto ha esaminato i trasporti. L’ente stima che un aumento dell’1% del numero di automobili in una città aumenti i costi sociali di quasi lo 0,5%.

In Francia, Parigi è in cima alla classifica, con un costo annuo totale di 3,5 miliardi di euro e 1.602 euro pro capite, davanti a Lione, Nizza (Alpi marittime), Melun (Seine-et-Marne) e Douai (Nord). Il Consiglio di Stato a luglio ha condannato lo Stato a una pena record per la cattiva qualità dell’aria. Per rimediare, il governo conta sulla creazione di “zone a basse emissioni” in diverse città.

L’inquinamento atmosferico è responsabile di 48.000 morti premature all’anno in Francia e 480.000 in Europa, secondo l’Agenzia europea dell’ambiente. Queste cifre potrebbero essere sottostimate.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News