L’arrivo dell’autunno, si sa, destabilizza notevolmente l’organismo, forse ancora di più dell’arrivo della primavera. Le temperature sempre più basse, le ore di luce che diminuiscono drasticamente a causa dell’ora legale e l’ansia da fine anno sono tutti fattori che possono scatenare forme più o meno serie di depressione. Si parla proprio di depressione stagionale: questo tipo di patologia è strettamente legato al cambio di stagione e solitamente si esaurisce spontaneamente nell’arco di un paio di mesi. Va da sé che, se questo non accade, occorre rivolgersi al proprio medico curante, che nel caso lo ritenga opportuno vi manderà da uno specialista.

La depressione stagionale si combatte (anche) a tavola

Viceversa, come trascorrere al meglio questo difficile periodo di transizione? La prima cosa che bisogna fare è contrastare la tristezza e il malumore a tavola, seguendo un’alimentazione sana e bilanciata. Del resto ormai è stato dimostrato senza ombra di dubbio il legame esistente tra una dieta sbagliata, ricca di cibi pesanti o grassi, e l’insorgere della depressione. Per questo motivo va messo al bando il fast food e tutti i cibi pronti ricchi di conservanti, per far spazio a frutta e verdura, meglio se fresche e di stagione (nel caso non si abbia tempo di cucinarle va bene anche la verdura surgelata), minestre e legumi. La carne rossa va limitata a una volta a settimana, così come quella bianca, preferendo il pesce.

L’importanza dello sport e di una routine quotidiana ben consolidata

Utilissimo poi consumare frequentemente a cibi ricchi di triptofano, precursore della serotonina, l’ormone del benessere e della felicità. Tra questi ci sono la pasta, le banane, il latte e soprattutto la frutta secca. Anche il cioccolato – se fondente/amaro e in piccole quantità – aiuta il buonumore. Dopo la dieta sana, uno dei fattori che più è in grado di contrastare la depressione e il malumore è lo sport. Va bene qualsiasi tipo di sport e non è neanche necessario iscriversi in palestra: si può camminare per almeno un’ora al giorno oppure andare a correre al parco, visto che l’autunno è comunque ricco di giornate di sole e negli ultimi decenni è caratterizzato da temperature ancora miti.

Infine è necessario creare una propria routine da seguire il più possibile: questo significa avere orari regolari, dormire almeno otto ore a notte, svegliarsi e coricarsi più o meno alla stessa ora, non saltare i pasti e non stare più del necessario alla scrivania, con gli occhi incollati al pc.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News