Il classico, intramontabile cappotto lungo è tornato a essere grande protagonista della stagione invernale 2020/2021 – Le esperte di moda lo sanno ormai da tempo, ma anche chi di moda non se ne intende affatto ha notato che uno dei trend di questa stagione autunno-inverno è senza dubbio il cappotto lungo. Non uno qualsiasi: il must che non può mancare nel guardaroba è morbido, caratterizzato da linee essenziali che scivolano sulle curve e che ricordano vagamente quelle di una vestaglia. Si tratta di un capo decisamente versatile, che sta bene un po’ a tutte. Alte e basse, magre o curvy, giovani o avanti con l’età: il cappotto lungo simil-vestaglia tende a minimizzare i difetti esaltando al contempo i pregi delle varie tipologie di fisico. Ma come indossarlo al meglio? E soprattutto, quali capi abbinarci?

Il must di stagione: il cappotto lungo che somiglia a una vestaglia

Il cappotto lungo che si usa quest’anno (ma che è già stato introdotto dai principali brand di moda, sia low-cost che high cost) si caratterizza anche per una cintura in vita. Non si tratta di una cintura classica, con dei buchi e da fissare saldamente, bensì una cintura morbida, cui fare un fiocco proprio come alla cintura di un accappatoio. Per questo motivo, quando si indossa questo tipo di cappotto è fortemente sconsigliato abbinare capi dotati anch’essi di cintura. Unica eccezione ammissibile sono i pantaloni; per quanto riguarda invece gonne e abiti, utilizzare un’ulteriore cintura rende il look ripetitivo e stonato. Un altro abbinamento decisamente sconsigliato è quello con le gonne lunghe. La doppia lunghezza (cappotto e gonna/abito) è davvero anti-estetica, ma sopratutto rende goffa la figura, conferendole un sapore vetusto, più adatto a una vecchia e noiosa istitutrice che ad una donna alla moda.

Come abbinate il cappotto lungo: i capi sì e quelli no

Sotto un cappotto di questo tipo, invece, ci si può sbizzarrire con pantaloni di tutti i tipi (anche se i più indicati sono a sigaretta o aderentissimi tipo leggins, che sono in contrasto con le linee ampie e morbide del cappotto), gonne corte e longuette e soprattutto abiti corti. Un abbinamento particolarmente elegante, ma al tempo stesso sobrio e quindi adattissimo anche agli incontri di lavoro, è quello cappotto lungo più tubino. Anche in questo caso la semplicità premia: è da preferire infatti il classico tubino liscio, senza fronzoli, dove ci si può invece sbizzarrire con le stoffe e la scollatura.

Il cappotto lungo che sembra una vestaglia dà il meglio di sé se si indossano i tacchi. Vanno benissimo le décolleté classiche, ma di recente è molto trendy indossato con gli stivali e persino con gli stivaloni a metà coscia, che si notano solo quando ci si sveste.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News