Molto spesso ci si lascia guidare dalle mode del momento comprando e indossando capi che ci stanno oggettivamente male. E questo non perché siamo fatte male, troppo grasse o viceversa troppo magre, o con difetti macroscopici da correggere con dieta, chirurgia e chi più ne ha più ne metta. Semplicemente non tutti i capi d’abbigliamento e non tutte le mode del momento possono stare bene a tutte le donne. Per questo motivo, nel fare shopping bisogna lasciarsi guidare più da quello che si adatta al nostro fisico che non dai trend del momento. E questo vale ancora di più per il costume da bagno, un capo che, va da sé, viene indossato da solo (a meno di non indossare castamente un pareo o dei pantaloncini, anche in spiaggia) e dunque non può essere “camuffato” da nessun accessorio.

A ogni fisicità corrisponde un costume ideale (che non è necessariamente trend del momento)

Ma come scegliere il costume da bagno più adatto alla propria fisicità? Prima di tutto bisogna essere consapevoli della forma del proprio corpo (a pera, a clessidra, a mela o ancora androgino) e dei difetti da occultare o anche solo da non sottolineare (per esempio un seno grande o al contrario inesistente, fianchi larghi o punto vista poco accentuato ecc.). Poi bisogna lasciarsi guidare dal colpo d’occhio che abbiamo allo specchio, cercando di non farsi influenzare da alcune errate convinzioni che sono però molto radicate nell’opinione comune. Per esempio di solito si pensa che le donne con un fisico curvy per non enfatizzare i chili in più, pochi o tanti che siano, debbano necessariamente indossare un costume intero. Niente di più falso.

Via le false convinzioni, sì all’armonia generale

Il costume intero, infatti, va bene se i chili sono concentrati prevalentemente sulla pancia. Viceversa, se sono ben distribuiti su sedere, braccia, gambe ecc., sono da preferire i costumi a due pezzibikini possibilmente minimale, dalle linee essenziali e a tinta unita. Al contrario, donne molto magre devono giocare con le fantasie e gli ornamenti tipo laccetti e dettagli gioiello per “riempire” i vuoti dei chili mancanti. Il classico fisico a pera, quello dai fianchi larghi e le spalle strette, va bilanciato con un costume a vita bassa, il cui pezzo di sopra si allacci dietro il collo. Questo tipo di modello, infatti, tende a far sembrare più larghe le spalle e più stretti i fianchi.

I costumi interi stanno benissimo anche alle magre, perché sottolineano sensualmente le curve appena accentuate, mettendole in risalto, e in alcuni casi – basta pensare ai modelli che lasciano parzialmente scoperta la pancia – sono davvero molto sexy!

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News